Minaccia i bimbi che giocano a pallone
Nei guai un pensionato

Mercoledì 22 Maggio 2013
La volante intervenuta in via Brodolini ha portato via i due fucili da caccia dell'anziano
TERNI - Le accese discussioni vanno avanti da tanto tempo. Da una parte c’Ť lui, quasi novant’anni, cosž geloso del suo pezzetto di giardino da insultare ogni giorno i tanti bambini del quartiere che giocano a pallone “minacciando” le sue rose. Dall’altra ci sono i bimbi di via Brodolini, che si ritrovano ogni pomeriggio e si divertono sotto casa. Costretti, secondo quanto emerger√† dalla denuncia, ad essere presi a male parole da quel vicino che, in qualche occasione, ha minacciato anche di tirare fuori i suoi fucili da caccia.



Una guerra fredda che alla fine è esplosa, al punto che per placare gli animi sono dovuti intervenire i poliziotti della volante. Che hanno denunciato il pensionato ternano per minacce aggravate e acquisito sia i due fucili che custodiva in casa che la sua licenza da caccia. Ora la palla passa al Prefetto di Terni, che dovrà decidere se rinnovare quel documento dopo gli episodi messi nero su bianco nella denuncia presentata dai genitori dei bambini e da alcuni residenti di via Brodolini.



La vicenda che ha fatto intervenire la volante risale al tardo pomeriggio di luned√¨. I bambini stavano giocando a pallone quando avrebbero preso in pieno una rosa del giardino dell’anziano. Lui li ha visti ed √® uscito di casa gridando e brandendo il bastone che utilizza per camminare verso due bambini di tre e sette anni. Minacciandoli che, se non si fossero allontanati, avrebbe preso i fucili. A quel punto i genitori, esasperati per episodi che vanno avanti da molto tempo, hanno deciso che era il caso di chiamare il 113.

I poliziotti della volante sono arrivati in via Brodolini e anche a loro l’anziano si √® rivolto con parole poco confortanti. Ripetendo che in casa aveva i fucili. A quel punto il pap√† di uno dei ragazzini insultati e una persona che abita in zona hanno presentato denuncia contro il novantenne. Raccontando nei dettagli le ripetute aggressioni verbali dell’uomo nei confronti dei bambini che giocano in quella via ma che, secondo l’anziano, mettono a rischio il suo fazzoletto di terra e le sue amate rose sbocciate dopo amorevoli cure. E anche le minacce sulla presenza dei fucili da caccia.



I poliziotti della volante sono saliti in casa ed hanno acquisito le armi e la licenza da caccia. Riportando la pace in una via dove le tensioni sono lievitate giorno dopo giorno.




Ultimo aggiornamento: 12:21