Si è spento Aldo Nardin, il portiere
della Ternana che riconquistò la Serie A

Mercoledì 27 Maggio 2020 di Lorenzo Pulcioni

E' morto ad Arezzo all'età di 73 anni l'ex portiere della Ternana, Aldo Nardin. Friulano di Gorizia, Nardin era malato da tempo e lottava contro un male che gli ha dato scampo. Aveva iniziato la carriera nell'Arezzo, squadra con cui vinse il campionato di C1 ed esordì in Serie B nella stagione 1969/1970 quando riuscì a mantenere la propria porta inviolata per sette giornate, unico a riuscirci tra i professionisti. Nel 1971/1972 l'esordio in Serie A con la maglia del Varese contro il Milan. L'anno seguente resta in massima serie, ma da dodicesimo, con il Napoli. Nel 1973/1974 ritrova la maglia da titolare, scendendo in Serie B e approdando alla Ternana. Con la squadra rossoverde guidata da Riccomini gioca tutte e 38 le partite centrando il terzo posto che vale la seconda promozione in Serie A nella storia delle Fere. Resta a Terni altre due stagioni. Nel 1974-1975 in Serie A gioca tutte le 30 partite e sfiora la salvezza che fino a poche giornate dalla fine del campionato sembrava alla portata della Ternana. Gioca in totale 49 partite in Serie A mentre con il successivo campionato di B con la Ternana arriva a collezionare complessivamente 101 presenze in maglia rossoverde, entrando di diritto nella storia del calcio cittadino. Prosegue la carriera con Lecce, Lazio, Foggia e Civitavecchia. Nardin vanta nel proprio curriculum esperienze con le giovanili azzurre e anche un gol all'attivo. Una rete che riuscì a siglare con un rinvio da fondo campo nella sua ultima esperienza professionale con l'Imperia. A dare la notizia della scomparsa di Nardin, il figlio Tommaso con un post su Facebook.

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 08:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani