Pulcini di folaga appena nati
già in giro sul lago di Piediluco

Sabato 11 Luglio 2020 di Umberto Giangiuli
TERNI Alla fine i pulcini di folaga sono nati e non hanno perso tempo per sguazzare nell'acqua del lago di Piediluco sotto la protezione della madre che ha covato le uova per più di venti giorni. Piccoli, con addosso solo un poco di peluria, osservati da lontano sembrano dei fiorellini che spuntano dall'acqua per via di quel colore rosa pallido che circonda la testolina come un'aureola.  Ce l'hanno fatta a dispetto delle cornacchie che, puntualmente, attendevano sugli alberi che la madre avesse abbandonato il nido per fare, poi, razzia delle uova. Ma è andata bene. I pulcini hanno subito trovano nell'acqua l' habitat naturale ed hanno cominciato ad esplorare il territorio. La madre, per ora, li imbocca. Solo qualche settimana poi i pulcini saranno in grado di procurarsi il cibo da soli. Sono una specie acquatica la cui crescita è molto veloce e si nutrono di erbe di lago. Ma hanno imparato anche a mangiare altro. Turisti e abitanti lanciano loro in acqua del pane o parte del cono di gelato. Ormai sono stati abituati all'uomo e non ne hanno più paura, anzi quando vedono qualcuno avvicinarsi alla riva si avvicinano. Fanno parte dell'ambiente lacustre e sono pure oggetto di foto e commenti da parte dei turisti che in battello fanno il giro del lago. Il battello si ferma qualche minuto proprio per fare osservare ai turisti il nido a sbalzo sull'acqua e i piccoli che non si allontanano mai dalla madre.  © RIPRODUZIONE RISERVATA