Morte degli agenti Rotta e Demenego, a Orvieto la Cgil depone fiori. Bandiere a mezz'asta nel giorno dei funerali

Mercoledì 9 Ottobre 2019 di Monica Riccio
Una corona di fiori rossi ornata di un nastro tricolore e due ceri votivi, uno bianco e uno rosso, i colori della città di Orvieto. E' questo il tributo, semplice quanto carico di motivazioni, che la Cgil di Orvieto ha voluto offrire alla memoria di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due agenti della Polizia di Stato, rimasti vittime della sparatoria avvenuta all’interno della Questura di Trieste, venerdì 4 ottobre. La cerimonia di deposizione a piazza Cahen, ai piedi del monumento ai caduti, nella mattina di mercoledì 9 ottobre, alla presenza di Attilio Romanelli segretario generale Cgil provinciale Terni, di Alessandro Rampiconi della segreteria provinciale di Terni e di Ciro Zeno della segreteria di Orvieto. Raccolto, in silenzio, in ossequio ai loro colleghi uccisi in servizi un piccolo gruppo di agenti della Polizia di Stato guidato dal vice commissario Filippo Girella, segretario nazionale dell'Ugl Polizia di Stato.


“Quello che è accaduto a Trieste non può e non deve essere strumentalizzato – ha affermato Romanelli – il nostro vuole essere un gesto di attenzione e solidarietà, un grazie a tutti gli operatori delle forze dell’ordine della nostra regione e di tutta Italia.” Commosso e diretto il commento di Ciro Zeno: “Siamo qui per onorare la memoria di tutti i caduti sul lavoro – ha detto – i poliziotti sono lavoratori come tutti gli altri, seppur nelle loro particolari mansioni. Queste morti sono troppo frequenti, non fanno parte della nostra cultura che ripudia la violenza in tutte le sue forme. Grazie a tutti coloro che con il proprio lavoro garantiscono in ogni momento la nostra sicurezza.”

La città di Orvieto è vicina alle famiglie e ai colleghi degli agenti caduti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego. Nel giorno in cui si svolgeranno le loro il Palazzo Comunale di Orvieto esporrà le bandiere a mezz’asta. Lo ha deciso l’Amministrazione Comunale aderendo all’appello del Segretario Nazionale del Sindacato di Polizia Coisp. Il Sindaco Roberta Tardani, e l’Amministrazione Comunale tutta nel porgere “le più sentite condoglianze ai familiari e parenti dei due agenti uccisi, ai loro amici e a tutti gli agenti della Polizia di Stato e delle Forze dell’Ordine, esprimono il dolore e la vicinanza della comunità orvietana agli uomini e alle donne che, quotidianamente, in ogni parte d’Italia, svolgono il loro lavoro a tutela dell’ordine pubblico e dell’incolumità dei cittadini, mettendo a repentaglio la loro stessa vita e la serenità e il futuro delle proprie famiglie.”
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma