Foligno, due ragazzine vanno in treno verso Roma senza dire nulla alle famiglie. Papà preoccupato diventa detective e le fa rintracciare

Lunedì 10 Settembre 2018 di Giovanni Camirri
FOLIGNO - Si allontana da casa insieme alla sua amica del cuore ma viene rintracciata nella stazione ferroviaria di Foligno. Un lieto fine reso possibile da un papà preoccupato che s'è trasformato in un detective. E' la trama dell’ultimo “rintraccio lampo” di minorenni effettuato nei giorni scorsi dai poliziotti della Sezione Polizia Ferroviaria di Foligno, guidata dal comandante Alessandro D'antoni. Due ragazze di 14 e 15 anni, residenti nel comprensorio perugino, da tempo avevano programmato una gita nella capitale e difatti, sono salite a bordo del primo treno con destinazione Roma, iniziando il loro viaggio all'insaputa dei familiari.Accortosi dell’assenza da casa della figlia il papà di una delle due ragazzine, pensando ad un probabile allontanamento in treno, ha subito dato l’allarme contattando il personale delle Ferrovie dello Stato. Sono immediatamente scattate le procedure previste per la ricerca di persone scomparse e, grazie alla sinergia tra Polizia Ferroviaria e personale di bordo, in meno di un’ora dalla scomparsa entrambe le adolescenti sono state rintracciate e riconsegnate ai familiari nel frattempo giunti a Foligno.




  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L'Ue boccia la manovra, cosa succede all'Italia ora?

Colloquio di Alvaro Moretti e Umberto Mancini