FEMMINICIDIO

Perugia, uccide la ex fidanzata e si spara: «Se non posso averla, la porto via con me»

Martedì 15 Ottobre 2013 di Michele Milletti
I carabinieri davanti alla casa dove si è consumato l'omicidio-suicidio

SAN GIUSTINO (PERUGIA) - Alexandra Buffetti, 26 anni, Ť stata trovata morta nella sua abitazione a San Giustino Umbro, in provincia di Perugia. Accanto al suo corpo quello esanime dell'ex fidanzato, Christian Rigucci, di 28 anni, poi morto in ospedale.

L'ipotesi dei carabinieri è che si sia trattato di un omicidio-suicidio. Un ennesimo caso di femminicidio.

L'omicidio-suicidio si é consumato intorno all'una di notte quando il ragazzo ha prima sparato alla fidanzata per poi uccidersi. Entrambi italiani, del posto, si erano lasciati da qualche mese. Sul posto i carabinieri di Cittá di Castello diretti dal capitano Alfredo Cangiano.

A dare l'allarme sono stati gli amici del giovane, dopo che in casa di Christian il fratello aveva trovato una lettera che lasciava presagire la tragedia. Hanno chiamato i carabinieri che infatti sono arrivati alla casa della ragazza, che viveva sola, e hanno trovato lei morta, accasciata sul divano, e lui agonizzante: il decesso è avvenuto durante il trasporto in ospedale.

Poco dopo la mezzanotte infatti gli amici si sono allarmati dopo alcuni sms del ragazzo. A casa sua √® stata trovata una lettera d'addio in cui si faceva cenno alla fine della relazione d'amore con la ventiseienne. Una lettera di scuse in cui Christian dice alla mamma ¬ęScusa se sono stato un cattivo figlio. Se non posso avere Alexandra la porto via con me¬Ľ. Familiari e amici quindi si sono messi alla ricerca del ragazzo, insieme ai carabinieri. Arrivati a casa della giovane purtroppo la tragedia si era gi√† consumata.

Sarebbero stati esplosi tre colpi totali: sono stati infatti trovati tre bossoli calibro 9, appartenenti a una pistola regolarmente registrata a nome del ragazzo con licenza da tiro sportivo.

Lei cameriera in un bar, lui attualmente disoccupato con un passato nell'esercito, non avevano avuto mai problemi in passato: il giovane è risultato incensurato e finora non erano emersi episodi di violenza con la ex fidanzata.

Si erano lasciati da due o tre mesi i due giovani morti la scorsa notte. I carabinieri che indagano mantengono comunque il riserbo sugli accertamenti in corso. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore di Perugia Angela Avila. Il giovane che - in base a quanto ricostruito finora - ha sparato alla ex fidanzata per poi suicidarsi sembra non avesse accettato la fine del rapporto, decisa da lei. Le era rimasto molto legato e Alexandra non aveva comunque mai denunciato formalmente episodi di molestie o violenze. Entrambi erano conosciuti a San Giustino come persone ¬ęnormali¬Ľ e ¬ęsenza particolari problemi¬Ľ.

Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre, 11:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

ÔĽŅSturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma