Coronavirus, sui treni regionali viaggiano in duemila

La sanificazione di un treno regionale
2 Minuti di Lettura
Martedì 5 Maggio 2020, 22:54

PERUGIA - Oltre 2mila persone, rende noto Treniatlia, nella sola giornata di lunedì 4 maggio, hanno viaggiato in Umbria sui treni regionali, con un incremento di circa 5 punti percentuali rispetto alla settimana scorsa.
Il riempimento medio dei treni regionali è pari al 16%, già calcolato in base alla nuova disponibilità al 50% di posti a sedere sui convogli. Per la giornata di  martedì, il dato parziale dei viaggiatori dell’Umbria aggiornato alle ore 17 è  di 1966 che conferma il dato del giorno in cui c'è stato l'alleggerimento del lockdown.
«Con un incremento dell’offerta di circa il 25% rispetto alla scorsa settimana-spiegano da Trenitalia- sono 45 al giorno i convogli del trasporto regionale  in circolazione in Umbria durante la Fase 2 dell’emergenza sanitaria Covid-19 che, grazie agli  accordi con la Regione Umbria committente del servizio, consentono di spostarsi in treno nel rispetto delle disposizioni previste in materia di tutela della salute pubblica».
 A tale scopo, sono stati predisposti interventi attuati gradualmente su tutti i treni della flotta: marker sui sedili da non occupare, segnaletica sulle porte per separare i flussi di salita e discesa, indicazioni sui pavimenti per indirizzare i passeggeri verso l’uscita più vicina e per il rispetto della distanza di sicurezza tra le persone a bordo.
Potenziate, inoltre, le attività di sanificazione e igienizzazione su tutti i treni.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA