Cascia, pullman di fedeli si sfrena in discesa e
travolge l'auto dei carabinieri: illesi. "Grazie Santa
Rita"

Mercoledì 22 Maggio 2019 di Ilaria Bosi
CASCIA  - Paura, mercoledì pomeriggio, a margine delle celebrazioni in onore di Santa Rita, patrona delle cause impossibili. A Roccaporena, borgo natio della Santa, un pullman carico di pellegrini, pronti a rientrare in Campania dopo aver partecipato alle celebrazioni, si è sfrenato e, dopo aver travolto un'auto dei carabinieri, ha terminato la sua corsa in un giardino dell'Opera diocesana. Secondo quanto si è appreso, l'autista aveva lasciato momentaneamente incustodito il mezzo per prestare soccorso a una persona che si era infortunata. Non si esclude che inavvertitamente qualcuno possa aver azionato un comando. Fatto sta che l'autobus ha iniziato la discesa verso l'uscita del paese. Fortunatamente, la corsa è terminata in un giardino dell'Opera Diocesana, dopo aver travolto l'auto dei carabinieri. Si contano danni, ma fortunatamente nessun ferito. Anche se la paura è stata tanta. "Se l'autobus avesse imboccato la via principale del paese, affollata di pellegrini, le conseguenze sarebbero state molto più gravi", dicono i testimoni. Tra questi era presente anche l'arcivescovo Renato Boccardo, che ha raccomandato al pro rettore del santuario di Roccaporena, don Canzio Scarabottini, di ringraziare Santa Rita nella Messa serale "per aver evitato danni alle persone".
  Ultimo aggiornamento: 20:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma