Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Terni, Lucie Koumarova è argento
ai campionati di body building

Lucie Koumarova
di Lorenzo Pulcioni
3 Minuti di Lettura
Martedì 20 Luglio 2021, 11:55 - Ultimo aggiornamento: 16:05

Il dolore per l'improvvisa scomparsa del coach e amico fraterno. La voglia di riscatto fino alla medaglia d'argento al campionato mondiale di body building Wabba International che si è svolto a Perugia la scorsa settimana. E poi la gioia per il matrimonio appena celebrato. Tutto questo nel giro di nemmeno due mesi. Due mesi sulle montagne russe delle emozioni per Lucie Koumarova, nata in Repubblica Ceca 46 anni fa ma ormai ternana d'adozione. Da anni vive e lavora in città dove è istruttrice in una nota palestra. Si è avvicinata al body building già all'età di 12 anni, ma è solo dal 2012 che lo pratica seriamente: «Ho iniziato con il power litfing - racconta Lucie - ma nel 2012, dopo una guarigione quasi miracolosa, ho giurato a me stessa che se fossi sopravvissuta avrei cominciato a gareggiare sul serio. E' una disciplina che amo da morire, per me è un stile di vita». Detto fatto. Nella prima gara subito primo posto nella categoria bodyfitness. Fino al 2017, Lucie gareggia in giro per il mondo: semifinale mondiale in Messico e in Canada, colleziona medaglie e piazzamenti a Praga, Brno e anche a San Marino dove arriva sesta nonostante fosse al sesto mese di gravidanza. «Poi mi sono presa una pausa di tre anni e ho ricominciato a gareggiare solo nel 2020 in Italia con il mio coach e carissimo amico fraterno Sandro Brocca» racconta Lucie. Con il quale continua la serie di piazzamenti in giro per l'Italia e non solo. Al campionato Serenissima di Venezia lo scorso maggio ottiene il secondo posto e la qualificazione alle gare all'estero per vincere la Pro Card. Ma qualche giorno dopo succede qualcosa: «La gara si è svolta di domenica, siamo andati a cena con il coach e mercoledì lui non c'era più. Una malattia improvvisa se l'è portato via. Un colpo basso, un dolore e un grande senso di smarrimento» racconta. A prenderla sotto la sua ala protettiva il migliore amico di Sandro Brocca, Max Leccese: «Gli sono eternamente grata» dice Lucie. Con lui arriva il secondo posto ai campionati italiani nella categoria Master Shape e il terzo posto nella categoria Shape Over 163. Sempre con Max Leccese, la Koumarova vince la medaglia argento al campionato mondiale di Perugia, davanti a 350 atleti provenienti da tutto il mondo: «Alla soglia dei 46 è un bellissimo traguardo. L'avevo promesso al mio coach Sandro Brocca che spero mi abbia visto da lassù. Pochi giorni dopo mi sono sposata, ma il mattino alle 5 ero già in palestra. Ecco cosa è per me il bodybuilding». Prossima gara il 30 luglio a Londra con il nuovo Team Cristianelli. Con buona pace del neo marito: «Ovviamente devo ringraziare anche lui - conclude la vicecampionessa del mondo - ha una pazienza infinita».

Lorenzo Pulcioni
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA