Atp Cup, Australia in semifinale: battuta la Gran Bretagna dopo 8 ore di battaglia

Giovedì 9 Gennaio 2020
L'esultanza dopo il match point di Alex De Minaur e Nick Kyrgios
L'Australia è la prima semifinalista dell'Atp Cup di tennis. Dopo una maratona di 8 ore di gioco infatti la formazione guidata da Nick Kyrgios è riuscita a piegare la Gran Bretagna di Jamie Murray per 2-1. Emozioni a non finire nella Ken Rosewall Arena di Sydney, davanti a un pubblico impazzito per lo spettacolo in campo. Protagonista assoluto Kyrgios, un giocatore spesso criticato per le sue esuberanze, ma che ha trascinato i suoi al successo, prima vincendo il suo singolare contro Cameron Norrie per 6-2 6-2 e poi nella battaglia infinita in doppioin coppia con Alex De Minaur: sconfitta per 3-6 6-3 18-16 la coppia britannica formata da Murray e Joe Salisbury.

Nick Kyrgios, l'attimo fuggente del tennis mondiale

Nell'altro singolare invece il Next Gen De Minaur era stato battuto da Daniel Evans per 7-6 4-6 7-6 dopo quasi tre ore e mezza di gioco. La gara del doppio è stata epica con il drammatico finale del terzo set con i britannici che sprecano tre match point e alla fine si arrendono e vengono eliminati.

AVANTI TUTTA
La corazzata russa non si ferma e si aggiudica anche il settimo e l'ottavo singolare di fila (10 vittorie su 11 match il bilancio complessivo) in questa prima edizione dell'Atp Cup. Alla Ken Rosewall Arena di Sydney nel match tra i numeri due dei rispettivi team che ha aperto il quarto di finale tra Russia e Argentina, Karen Khachanov, numero 17 Atp, ha sconfitto per 6-2 7-6 (7-4), in un'ora e 38 minuti, Guido Pella, numero 25 del ranking mondiale.

Molto più sofferto il successo - nella sfida tra i due numeri uno - di Daniil Medvedev, numero 5 Atp, su Diego Schwartzman, numero 13 del ranking mondiale: 6-4 4-6 6-3, dopo due ore e 22 minuti di lotta, lo score.

Ininfluente il successo in doppio della coppia russa Teymuraz Gabashvili/Konstantin Kravchuk (che hanno dato un po' di riposo a Khachanov/Medvedev) su quella argentina formata da Maximo Gonzalez e Andres Molteni: 7-6 (7-5) 6-4 il punteggio in un'ora e 33 minuti di gioco. La Russia sfiderà sabato in semifinale la vincente di Serbia-Canada in programma la prossima notte. Ultimo aggiornamento: 16:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma