Rugby, con la Calcutta Cup il Championship parte alla grande

Venerdì 5 Febbraio 2021 di Christian Marchetti
Rugby, con la Calcutta Cup il Championship parte alla grande

Italia-Francia il match inaugurale. Poi però Inghilterra-Scozia e chiusura domenicale con Galles-Irlanda. Avrà ufficialmente inizio domani, sabato 6 febbraio, il Sei Nazioni delle biobolle e delle mascherine, dei tamponi e delle porte chiuse, delle misure di sicurezza ma anche dello "speriamo bene". Da noi, sarà possibile vederlo sulle reti del gruppo Discovery Dmax (canale 52), per le sole partite degli azzurri, e MotorTrend (Canale 59). Oltre al match dell'Olimpico, fari puntati su quello tra inglesi e scozzesi che mette in palio l'antichissima Calcutta Cup nonché la rievocazione del primo match internazionale di rugby giusto 150 anni. E, per ragioni ben diverse, tanta curiosità intorno al confronto al Principality Stadium di Cardiff: tastare cioè il polso a un Galles in affanno dopo le ultime uscite.

Londra, Twickenham
INGHILTERRA-SCOZIA
Sabato 6 febbraio 2021, ore 17.45 (diretta MotorTrend)
INGHILTERRA: Daly; Watson, Slade, Lawrence, May; Farrell (c), Youngs; Vunipola, Curry, Wilson; Hill, Itoje; Stuart, George, Genge. Allenatore: Jones.
A disposizione: Cowan-Dickie, Obano, Williams, Lawes, Earl, Robson, Ford, Malins.
SCOZIA: Hogg (c); Maitland, Harris, Redpath, Van der Merwe; Russell, Price; Fagerson, Watson, Ritchie; J. Grey, Cummings; Fagerson, Turner, Sutherland. Allenatore: Townsend.
A disposizione: Cherry, Kebble, Nel, R. Grey, Graham, Steele, Van der Walt, Jones.
ARBITRO: Brace (Irlanda).

"Gli scozzesi non hanno mica il monopolio dell'orgoglio". Così parlò Eddie Jones, tecnico degli inglesi. E già questo la dice lunga sulla battaglia che ci aspetta. Il suo omologo scozzese Gregor Townsend confida invece nell'esperienza. Confronti principali in prima linea e all'apertura, con Farrell da una parte e Russell dall'altra. Tra i trequarti, tanta curiosità per il debutto a Twickenham dell'ex nazionale inglese Under 20 Redpath. Interessante il bilancio degli ultimi tre confronti al Sei Nazioni: una vittoria per parte e un pareggio pirotecnico nel 2019.

Cardiff, Principality Stadium
GALLES-IRLANDA
Domenica 7 febbraio, ore 16 (diretta MotorTrend)
GALLES: Halfpenny; Rees-Zammit, North, J. Williams, Amos; Biggar, T. Williams; Faletau, Tipuric, Lydiate; A.W. Jones (c ), Beard; Francis, Owens, W. Jones. Allenatore: Pivac.
A disposizione: Dee, R. Jones, Brown, Rowlands, Navidi, Davies, Sheedy, Tompkins.
IRLANDA: Keenan; Earls, Ringrose, Henshaw, Lowe; Sexton (c), Murray; Stander, Van der Flier, O'Mahony; Ryan, Beirne; Porter, Herring, Healy. Allenatore: Farrell.
A disposizione: Kelleher, Kilcoyne, Furlong, Henderson, Connors, Gibson-Park, Burns, Larmour.
ARBITRO: Barnes (Inghilterra). 

Nel Galles di Wayne Pivac privo del trequarti ala Josh Adams, sospeso per aver violato il protocollo sanitario prendendo parte a una festicciola in famiglia, la sorpresa è il ritorno del flanker Dan Lydiate, la cui ultima apparizione risale al novembre 2018. "Abbiamo compiuto passi da gigante da novembre", promette Pivac ed è una rassicurazione per i tanti tifosi delusi. Di fronte avrà però la monolitica Irlanda di Andy Farrell capitanata dal 35enne Jonathan Sexton. Tra i punti di riferimento dei Verdi, brilla il pilone Healy che bagnerà la sua cinquantesima presenza al Sei Nazioni delle 106 complessive.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA