Monoposto più lente, aerodinamiche ed economiche: così cambia la Formula 1

Giovedì 31 Ottobre 2019
Il rendering di una monoposto di F1 secondo le regole in vigore dal 2021

Sono state svelate oggi ad Austin in conferenza stampa dai massimi dirigenti della Formula 1 alcune decisioni che entreranno in vigore dalla stagione 2021. Alla presenza di Ross Brawn, ex direttore tecnico Ferrari e responsabile tecnico F1, Chasey Carrey, numero 1 della F1, e Nicholas Tombazis, ex direttore tecnico Ferrari e responsabile tecnico Fia e collegato in videoconferenza Jean Todt, presidente della Fia, è stato quindi svelato come saranno le monoposto che si daranno battaglia dal 2021. Dopo più di due anni di lavoro che ha visto l'analisi più dettagliata delle operazioni in pista e fuori, la Fia e la Formula 1 hanno confermato la direzione futura del motorsport con la pubblicazione di una serie completa di nuovi regolamenti che definiranno il serie dal 2021 in poi.
 

 

Todt da parte sua ha voluto precisare che «tutti i risultati siano stati raggiunti grazie ad un lavoro ravvicinato tra i 10 team di F1, produttori, piloti, designer dei circuiti. Pirelli sta lavorando con passione, in maniera eccellente. La formazione regole è frutto di un gran lavoro di collaborazione. Il quadro migliore possibile per noi. Il futuro emozionante: si aprirà un nuovo capitolo della F1». I nuovi regolamenti mirano a promuovere gare più combattute e una concorrenza più equilibrata, oltre a portare vantaggi economici e sostenibilità sportiva per la Formula 1. «Abbiamo prodotto delle macchine più attrattive, capaci di duellare in maniera più ravvicinata. In ogni gara le macchine perdono pezzi dopo alcuni contatti. Le nuove macchine non avranno questi problemi», ha spiegato Brawn. «Ci sarà meno possibilità per lavorare sulla vettura. La macchina analizzata il venerdì sarà quella che andrà in gara domenica. Si potranno provare nuovi componenti, senza usarli in gara. Verrà introdotto anche un abbassamento del costo dei pezzi. Ci sarà una grande attenzione nel 2020 su queste macchine. I team non potranno eccedere nei limiti di tempo consentiti», ha aggiunto.

Mentre Tombazidis indica quale sia stato l'aspetto tecnico che ha richiesto lo sforzo maggiore: «La ricerca aerodinamica, portata avanti con la F1 e la Fia. Abbiamo cercato di desensibilizzare certe macchine. Speriamo che questi nuovi regolamenti facciano diminuire le differenze di velocità. Ci saranno delle macchine effetto-suolo. L'obiettivo principale è uno: permettere alle macchine che seguono di attaccare con più facilità quelle che le precedono. Le regole aerodinamiche saranno controllate da alcune macchine, che ne renderanno più semplice la gestione. Ci sono però altre diverse aree che potranno subire modifiche. Pensiamo di aver compiuto un grosso passo per far essere i team creativi ed aerodinamici». C'è un'altra novità particolarmente importante: «Porteremo un aumento di peso, conseguenza logica dell'aumento di peso di motore, gomme e carrozzeria. La macchina verrà sottoposta anche ad alcuni miglioramenti di sicurezza. Sul carburante, il nostro obiettivo chiave è fare un passo verso la sostenibilità ambientale. Contenuto rinnovabile arriverà al 20%, ma stiamo cercando di aumentarla per raggiungere questo obiettivo».

«La regola finanziaria più importante che verrà introdotta dal 2021 è un tetto ai costi che ridurrà divario tra i vari team. Obiettivo: avere una Formula 1 più equilibrata in pista. Un massimo da 600 milioni di euro che riteniamo un buon passo verso un maggiore equilibrio sportivo», ha poi detto Todt. Dichiarazioni a cui seguono anche quelle di Ross Brawn: «Ci saranno anche nuove regole finanziarie, per cui sono stato convinto da chi aveva conoscenza più ampia dell'argomento. Introdurremo un tetto ai costi, che ridurrà il divario dei costi dei vari team. I regolamenti finanziari sono il cambiamento più radicale in F1. Avevano provato qualcosa in passato, senza riuscirci. In passato c'era una restrizione di risorse, frutto di un gentlement agreement, ora introdurremo regole più severe. E chi le violerà, riceverà pesanti penalità».

Ultimo aggiornamento: 19:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma