CORONAVIRUS

Sticchi Damiani: «Mondiale può finire anche a gennaio, data Monza scolpita nel marmo»

Lunedì 23 Marzo 2020

«Le prevendite dei biglietti per Monza stanno andando alla grande, addirittura meglio di 12 mesi fa, nonostante l'emergenza Coronavirus». Lo annuncia all'Adnkronos il presidente dell'Aci, Angelo Sticchi Damiani secondo il quale il Gp d'Italia non corre alcun rischio di restare coinvolta nel caos che sta sconvolgendo il calendario di F1 e si disputerà regolarmente il 6 settembre.

LEGGI ANCHE-- > Coronavirus, ufficiale il rinvio del Gp in Azerbaigian

«Non scherziamo, la data di Monza è scolpita nel marmo», sottolinea Sticchi Damiani che rilancia su un possibile doppio Gp nel caso il Circus dovesse procedere a tappe forzate per portare a termine la stagione. «Al netto dei problemi riguardo i biglietti e al fatto che non possiamo pagare di più di quello che già diamo alla F1, Monza sarebbe in grado di organizzare due gare, è un'ipotesi prematura ma affascinante».

«Il mondiale 2020 di F1 si farà, lo si deve fare, ci sono interessi miliardari in ballo. Si dovrà rinunciare a qualche Gp ma almeno 13-14 gare, il minimo per considerare valida la stagione, si disputeranno. Si possono sicuramente recuperare alcune date ad agosto, visto che le ferie le stanno facendo ora e procrastinare la fine anche al gennaio 2021, vista l'eccezionalità della situazione», ha aggiunto Sticchi Damiani.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Zero pubblico, il Bioparco pensa ai fondi

di Marco Pasqua