Roma, curiosità e aneddoti sulle avversarie di Europa League

Venerdì 30 Agosto 2019 di Gianluca Lengua
Girone complicato quello dei giallorossi in Europa League, rispetto alle squadre che popolano la competizione. Il gruppo J della Roma (posizionata in prima fascia) è composto dal Borussia Moenchengladbach (seconda fascia), l’Istanbul Başakşehir (terza fascia) e gli austriaci del Wolfsberger (quarta fascia).
I tedeschi hanno chiuso la Bundesliga lo scorso campionato quinti in classifica a 55 punti, appena 3 dal Leverkusen quarto. Quest’anno la loro stagione è cominciata il 9 agosto con la Coppa di Germania (1-0 contro lo Sandhausen), attualmente hanno disputato due partita di Bundesliga rimediando un pareggio contro lo Schalke 04 (0-0) e una vittoria in casa del Magonza (3-1). Tra i giocatori che potrebbero creare qualche problema agli attaccanti giallorossi c’è sicuramente Matthias Ginter centrale difensivo del ’94, arrivato nel 2017 dal Dortmund con all’attivo 245 presenze in carriera. Un club che ha un debole per i cognomi importanti: in estate è approdato Marcus Thuram, il figlio del difensore campione d’Europa e del Mondo con la Francia, mentre hanno perso dopo 5 anni Thorgan Hazard (anche lui figlio d’arte) trasferitosi al Dortmund. 

ROMA NEL CUORE
Tornerà a casa Cengiz Under, è stato proprio l’Istanbul Başakşehir a venderlo alla Roma due anni fa. Nel club turco ha totalizzato 43 presenze, fino ad oggi la squadra allenata da Buruk ha totalizzato 0 punti in campionato. Curiosità: nella società nuova di zecca fondata nel 1990 milita Stefano Napoleoni, attaccante romano scoperto a 19 anni da Zbigniew Boniek nei campetti di Promozione e con il Colosseo tatuato sul fianco destro. Gli ultimi sorteggiati sono gli austriaci del Wolfsberger, squadra della Carinzia, terzi in Bundesliga austriaca con 3 vittorie e 2 sconfitte. Non hanno mai affrontato formazioni italiane né sono andati oltre il preliminare di Europa League. Ultimo aggiornamento: 15:22


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma