Roma, Carles Perez: gol e prestazione che accendono la speranza

Giovedì 20 Febbraio 2020
Il piccolo corre e segna e lancia una speranza: la notte è passata e arriva, caldo, il sole. Ma è solo un lampo, che quel ragazzino venuto dal Barcellona, accende sull’Olimpico semideserto. L’ala spagnola si accende subito, segna un gol rincorrendo quella palla telefonata da Dzeko. Il vecchio, Edin, e il giovane, Carles. L’inizio è confortante, il ragazzino vive di scatti e di rincorse, su un recupero difensivo si sente il boato dello stadio, come un gol. Si rivede un po’ il vecchio Under e qualche lampo di Zaniolo, in quel ruolo rimasto improvvisamente scoperto, vuoto. Perez lo riempie, in una serata non eccezionale per la squadra e contro un avversario, il Gent, modesto. Ma almeno lui alza la mano e dice presente, quel tanto che basta per sperare. Non è questo il massimo, ma un punto di speranza. Un puntino, piccolo come lui, venuto dalla gloria del Barça, con cui ha segnato un altro gol europeo, contro l’Inter in Champions con la maglia azulgrana. Che sia l’Europa il suo mondo d’orato...  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua