Boreale, Blandino indica la via: «Tre
punti che hanno portato alla svolta»

Mercoledì 13 Novembre 2019 di Federico Feliciello
Federico Blandino, centrocampista della Boreale
La Boreale è tornata a sorridere. La prodezza di Federico Blandino nella sfida con il Montespaccato ha regalato un successo fondamentale per risollevarsi da una situazione difficile per i viola che sono riusciti a interrompere la scia di quattro sconfitte consecutive. Il centrocampista classe 1995, ex Cynthia, ha analizzato l’importanza dei 3 punti: «Dovevamo reagire perché venivamo da un periodo complicato – ha commentato il match winner dell’incontro - Se avessimo perso per la quinta gara consecutiva saremmo scivolati ancora più in basso in classifica. È stato fondamentale tirare fuori il carattere e rimanere tutti quanti uniti».

La reazione della Boreale è arrivata dopo le dimissioni dell’ex tecnico De Mattia, al quale si è avvicendato Simone Santoni che ha debuttato in panchina proprio nel match contro il Montespaccato. Un cambio che ha portato i suoi frutti: «Questa situazione ha portato a un atteggiamento di svolta – ha commentato Blandino - si è creata un’aria di novità che ci ha dato una spinta in più, abbiamo avuto quel coraggio che ci era mancato nelle scorse gare».

Le responsabilità dei risultati negativi precedenti per Blandino non sono, però, da attribuire a De Mattia: «Non penso che la colpa sia stata del mister, i demeriti sono stati nostri perché siamo noi a scendere in campo. Siamo stati frenati dalla paura di affrontare delle corazzate importanti, la rosa è molto giovane e può incappare in questo tipo di difficoltà, l’importante è stato rialzarci perché abbiamo delle qualità».

Adesso che si sono rilanciati, Blandino e compagni non devono perdere di vista l’obiettivo e rimanere concentrati: «Noi siamo consapevoli che dobbiamo lottare per la salvezza. Poi è chiaro che la Boreale scende sempre in campo per vincere ma poi deve fare i conti con la realtà del campionato, dove ci sono delle squadre molto attrezzate. Io sono contento dei miei compagni e ho molta fiducia in loro, sono convinto il cambio di allenatore ci può dare nuovi stimoli. Dobbiamo pensare partita per partita, se una squadra si allena bene poi i risultati arrivano».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma