Italia, Mancini fa l'en plein nelle qualificazioni mondiali e imita Lippi: striscia positiva di 25 partite

Mancini
di Ugo Trani
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 31 Marzo 2021, 23:38 - Ultimo aggiornamento: 23:40

L'Italia fatica a Vilnius, ma vince ancora: 6° successo consecutivo e 3° nelle 3 partite delle qualificazioni mondiali. Confernato il 1° posto nel gruppo C, con 3 punti di vantaggio sulla Svizzera che ha riposato. Mancini, insomma, fa l'en plein, battendo la Lituania (0-2), nella notte che egualiglia Lippi: 25 gare consecutive senza sconfitte (20 vittorie e 5 pareggi). E 7° posto nel ranking Fifa (2 anni al 20°). Il salto in alto è evidente.

SPAZIO ALLA PANCHINA

Il ct si affida ai suoi ricambi. Sembra la serata ideale per conoscere meglio qualche giocatore che è ancora in bilico per l'Europeo di giugno: la Lituania, anche se domenica San gallo ha perso solo 1-o contro la Svizzera, è al 129° posto della classifica mondiale. Mancini ne cambia 10 su 11 dopo il successo di sofia. Solo Donnarumma resta al suo posto. Sono diversi i 10 giocatori di movimento, con Toloi al debutto da terzino destro nella difesa con Mancini, Bastoni ed emerson. a centrocampo Locatelli di nuovo regista come contro l'Irlanda del Nord, più Pellegrini e Pessina. davanti Bernardeschi, Immobile ed El Shaarawy. La stanchezza accumulata, il campo in sintetico e la full immersion dicon 3 partite in 7 giorni tolgono brillantezza alla Nazionale che stenta nel 1° tempo. Poche le chance, da amichevole il rimo. El Shaarawy nel finale finisce a destra, con Bernardeschi a sinistra, e spreca le uniche 2 chance azzurre. Emerson ci prova da fuori, ma Svedkauskas sa che cosa fare.

MOSSA PER LA VITTORIA

La svolta nella ripresa, con Mancini che fa la rivoluzione a centrocampo: entra Sensi da play, Pessina va a destra e Locatelli a sinistra. Davanti c'è Chiesa per El Shaaraw. Proprio Sensi sblocca il risultato e l'Italia prende quota. Occasioni per Locatelli, ma soprattutto per Immobile. L'Italia piace a sinistra: decisivo l'Ingresso di Spinazzola. Le chance sprecate stanno per diventare fatali. Donnarumma salva su Eliosius. Barella conquista il rigore nel recupero: fallo di Kauzlaskas e Immobili finalmente fa centro.     

© RIPRODUZIONE RISERVATA