L'Italia rimane a punteggio pieno: 5-0 in Lituania per le azzurre di Bertolini

L'Italia rimane a punteggio pieno: 5-0 in Lituania per le azzurre di Bertolini
di Giuseppe Mustica
3 Minuti di Lettura
Martedì 26 Ottobre 2021, 19:40

Quattro su quattro. E questa volta anche con un buon risultato. La Nazionale femminile di Milena Bertolini batte in trasferta la Lituania 5-0 e rimane a punteggio pieno nel gruppo G per le qualificazioni ai prossimi Mondiali. Ormai è accertato il fatto che il pass diretto le azzurre se lo giocheranno con la Svizzera. La Romania, terza forza del girone, si è ormai staccata. Ma all'appuntamento in Australia e Nuova Zelanda ci va solamente la prima: l'altra dovrà passare attraverso i playoff. Ecco perché serviva vincere con ampio scarto, perché le probabilità che tutto passi dalla differenza reti sono alte. 

Italia Mondiali femminili, le azzurre battono 3-0 la Croazia: a segno Cernoia, Girelli e Pirone

Partita chiusa nel primo tempo

Rispetto alla gara contro la Croazia, Bertolini manda in campo dal primo minuto anche la giallorossa Valeria Pirone. E la calciatrice della Roma risponde presente, perché dopo il vantaggio di Valentina Cernoia al minuto 13 direttamente su calcio di punizione, la giallorossa raddoppia con un preciso colpo di testa anticipando tutti sul primo palo. La terza rete la piazza Valentina Giacinti, che chiude praticamente la sfida nel primo tempo. Preventivabile, anche questa volta, ma era sicuramente importante metterla in discesa.

Gama e Caruso per il pokerissimo

Nel secondo tempo ci pensano poi Sara Gama e Arianna Caruso a regalare gol importanti. La prima col destro di controbalzo imparabile; la seconda con un colpo di testa da distanza ravvicinata, non certo in questo caso la specialità della casa. Ma meglio così, e Bertolini si prende tutto. Una prestazione anche importante, fatta di concentrazione massima sin dal primo minuto e di voglia di trovare più gol possibili. L'Italia anche nel recupero ha cercato in tutti i modi di trovare la sesta rete, e ci è andata vicina con una fortunosa deviazion di un difensore della Lituania, che ha chiamato al miracolo Lukjancuke.

© RIPRODUZIONE RISERVATA