Italia, Eder: «La Svezia? Dovremo fare una grande partita»

Italia, Eder: «La Svezia? Dovremo fare una grande partita»
di Ugo Trani
2 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Novembre 2017, 18:10

dal nostro inviato
FIRENZE «Sappiamo che la Svezia è un avversario duro, lo abbiamo incontrato all'Europeo, è una squadra molto fisica e molto tosta ed anche se non hanno piu' Ibrahimovic, hanno dei calciatori di valore, quindi assolutamente dovremmo fare una grande partita». Eder, prima di entrare nel centro tecnico federale di Coverciano e di mettersi a disposizione di Ventura, presenta la rivale dell'Italia nei playoff per andare al mondiale in Russia. La conosce bene e non dimencica quanto accadde, il 17 giugno 2016, allo stadio Municpla di Tolosa. Il gol dell'oriundo spinse la Nazionale agli ottavi dell'Europeo in Francia. Anche lui corre per la maglia da titolare, da ricevere già venerdì a Solna. «Io sono pronto, ma lo sono anche Immobile, Belotti, Gabbiadini e Zaza e cercheremo tutti di fare bene.-Adesso dobbiamo essere concentrati sulla prima partita contro la Svezia. Sappiamo in partenza saranno due gare importantissime e dobbiamo assolutamente fare bene».

SAMBA AZZURRO
Eder non è più solo a Coverciano. Meglio, non è più l'unico brasiliano in maglia azzurra. Nella lista di Ventura è riapparso Jorginho. «E' tornato precrhé sta facendo bene nel Napoli che è primo in classifica: ha avuto questa occasione e sono sicuro che ci darà una mano». L'attaccante nerazzurro, domenica San Siro, ha segnato il gol del pari contro il Torino, permettendo all'inter di evitare il ko casalingo. «Non è comunque un passo falo. La squadra ha fatto la sua partita, ma abbiamo avuto un po' di sfortuna. Peccato per il pareggio perchè volevamo la vittoria .Dobbiamo continuare su questa strada. Io sono contento del rinnovo con l'Inter, è una dimostrazione di fiducia da parte della società, da parte del mister e di tutto l'ambiente. Io cerco sempre di dare il massimo e penso che sia Ventura che Spalletti lo apprezzino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA