L'Italia vince il Mondiale Optimist Team Race a Riva del Garda superando 47 nazioni

Mondiale Optimist Riva del Garda
di Francesca Lodigiani
2 Minuti di Lettura
Martedì 6 Luglio 2021, 19:58

L’Italia ce l’ha fatta di nuovo. Al Mondiale Optimist di Riva del Garda ha vinto per la seconda volta  ( la prima ad Antigua nel  2019) il titolo mondiale di Team Race  battendo in finale la Thailandia per 2 a 0. 

Altissima la partecipazione delle squadre nazionali in questa disciplina con 48 nazioni rappresentate sulla linea di partenza.

Per molti team si è trattato della  prima esperienza nell'innovativa disciplina del Team Race, molto coinvolgente sia  per gli atleti, che per gli  spettatori, ma che soprattutto evidenzia  le capacità tecniche e tattiche dei giovanissimi velisti, i quali devono uscire dalla mentalità della regata individuale – corsa fino a al giorno prima e poi da domani, mercoledì in poi -  e ragionare invece tenendo conto degli  interessi e i piazzamenti complessivi della squadra. 


Lunedì si sono disputate 75 regate che hanno progressivamente scremato il tabellone dei team  da quarantotto a sedici . Oggi, martedì, i finalisti che si sono affrontati sono stati  Italia, Ucraina, Ungheria, Turchia, Spagna, Stati Uniti, Singapore e Finlandia, qualificati dal tabellone A. Con il tabellone B sono entrati in finale: Tailandia, Belgio, Croazia, Brasile, Francia, Portogallo, Argentina e Lituania.

A conclusione di una giornata decisamente impegnativa gli azzurrini Quan Adriano Cardi,  Alessandro CirineiAlex DemurtasLorenzo Ghirotti Lisa Vucetti sono riusciti a superare il team Tailandese, il favorito, che si è dovuto accontentare dell’argento, mentre al Portogallo è andato il bronzo dopo aver eliminato gli USA.

Felice Marcello Meringolo, coach della squadra italiana: "Che bellissima soddisfazione mettere il sigillo su questa manifestazione iridata – ha detto -  ragazzi sono stati bravissimi e non hanno mai mollato, anche nei momenti di più evidente difficoltà. Riportare a casa il titolo dopo la vittoria ad Antigua nel 2019 è una soddisfazione ancora più grande. Non ci poteva essere miglior modo per onorare la memoria Norberto Foletti, che da poco ci ha lasciato e sarebbe stato così orgoglioso per questa vittoria".

© RIPRODUZIONE RISERVATA