Windsurf, il romano Giulio Gasperini vice campione del Mondo categoria under 15

Domenica 20 Settembre 2020
Giulio Gasperini si aggiudica il titolo di Vice Campione del Mondo di Windsurf under 15. Romano, classe 2006, conquista l'argento al PWA Youth Wave World Cup 2020 categoria under 15. La gara si è tenuta a Klitmoller nel mare del Nord della Danimarca dal 13 al 19 settembre e ha visto piccoli campioni da ogni parte del Mondo sfidarsi nella disciplina più spettacolare del Windsurf, il Wave, con onde di quasi 3 metri e vento tra i 25 e i 30 nodi.





La Danimarca e Klitmoller sono rinomate e chiamate “Cold Hawaii“ proprio per le eccezionali condizioni di vento e onde e, infatti, ancora una volta questo spot non ha tradito le aspettative permettendo emozionanti e impegnative giornate di gara. Giulio Gasperini, figlio d'arte (il padre Raimondo Gasperini è pluricampione di Windsurf) ha rappresentato con successo il tricolore laureandosi vice campione del Mondo nella categoria U15 alle spalle del tedesco Anton Richter, e aggiudicandosi anche una Super Session con il migliore surfate della categoria. Giulio Gasperini, figlio d'arte, vive e studia a Roma ed è arrivato in Danimarca accompagnato dal suo papà e coach. Fa parte della XRay Surf Academy e si allena lungo la costa laziale - tra Civitavecchia e Banzai a Santa Marinella - e in Sardegna.

"Sono molto felice di questo risultato per me e per tutto il movimento del windsurf Italiano", ha dichiarato Giulio Gasperini. "Un titolo che premia i duri allenamenti e tutto l'mpegno che ogni giorno metto in questo sport, soprattutto perché ottenuto in un contesto particolarmente impegnativo. Era per me la prima volta che navigavo in Danimarca e non avevo molta confidenza con lo spot. Per il momento che stiamo vivendo non era facile prendere la decisione di partecipare e fare questo viaggio, ma nella vita ci vuole coraggio. Ringrazio sponsor partner e amici, il mio papà coach e la mia mamma che mi supportano e trasmettono tutta la passione fondamentale per salire sul podio. Spero che questo risultato in una gara internazionale possa sensibilizzare l’attenzione di Federazione e organi competenti.” © RIPRODUZIONE RISERVATA