Da Piazza di Siena alla Tevere Art Gallery: quelle donne in consolle che fanno ballare tutti

Giovedì 24 Maggio 2018 di Marco Pasqua
I genitori l’avrebbero voluta vedere dietro ad una scrivania, ma lei non li ha mai assecondati e, anzi, è andata a finire dietro ad una consolle. De-Monique inizia la sua carriera alla fine degli anni ‘80, quando passò dall’essere una fruitrice della nightlife ad anima delle serate romane. Non solo dj, ma anche organizzatrice: correva l’anno 1997, e presso gli Ex Magazzini (dopo il B-Side) mise in piedi il team delle serate Hot 4 Tandoori, che sarebbe rimasto in piedi fino al 2006. Anno dopo anno, la dj apre le principali serate dance, senza mai dimenticare il suo background fatto di ambient, elettronica e ritmiche etniche. E’ stata anche la “mamma” dell’evento solo al femminile Female Cut. Ma De-Monique è anche Monica Gardellini, ovvero un ufficio stampa e redattrice di rubriche di musica e moda. Insieme a Dj Knuf ed Enzo Orlandi rianimerà, dopo 20 anni, la serata cult Hot 4 Tandoori.

La scintilla tra Silvie Loto e la musica elettronica scocca negli anni dell’adolescenza, in quegli anni Novanta in cui era la scena pop a farla da padrone. «Per la verità rimpiango di non essere nata negli anni Ottanta – ha detto in un’intervista – quando ci si divertiva di più, sia un studio, sperimentando, che sul dancefloor». Dopo aver conquistato la consolle dello storico Tenax, a Firenze, nel 2008, è diventata una delle resident del party Ultrabeat, al Goa. Anche Ibiza la ama, in particolar modo il pubblico dell’Amnesia. Sarà una delle main guests delle serate a Piazza di Siena, che da giovedì a domenica, faranno da contorno al concorso ippico.

marco.pasqua@ilmessaggero.it
Ultimo aggiornamento: 20:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA