Al Muse “Teatro e caffé... in sospeso per te”: biglietti in dono per lo spettacolo “Voi non siete napoletani”

Lunedì 13 Febbraio 2017
Teatro sospeso L'estro napoletano colpisce ancora e stavolta lo fa con uno stratagemma che punta a diffondere la cultura e la cortesia. Dopo il caffè sospeso arriva un'iniziativa che, prendendo spunto dall'antica pratica diffusa in Campania dove qualsiasi sconosciuto può lasciare in dono una tazzina di caffè pagato a beneficio di chi non può permetterselo o come gesto di benvenuto, intende riportare a teatro anche chi, per motivi legati spesso ad un fattore economico, non può concedersi di frequentarlo.

L'iniziativa, "Teatro e caffè...in sospeso per te", ideata dal regista e attore Geppi Di Stasio che non perde occasione di tributare l’amore per la sua Napoli e dalla giornalista Federica Rinaudo, sarà diffusa in occasione del debutto dello spettacolo “Voi non siete napoletani - il Varietà dell'Unità (d'Italia?)”, in scena al Teatro delle Muse (di nota tradizione partenopea) dal 16 febbraio al 5 marzo.

La formula “Teatro e caffè … in sospeso per te” sarà attiva per tutta la durata dello spettacolo e consentirà a coloro che non possono permettersi un posto in platea di trovare al botteghino alcuni biglietti lasciati in sospeso insieme ad una tazzina di caffè rigorosamente caldo. L’esperimento si è reso possibile grazie allo sforzo comune di un gruppo di appassionati, ovvero i fondatori della pagina Facebook “Amici di Geppi Di Stasio” che ogni settimana acquisteranno dei biglietti a costo ridotto per metterli a disposizione del prossimo e da una storica azienda di maestri del caffè con sede in via Tor Cervara che, con il proprio personale, sarà presente per “aromatizzare” le serate a teatro.

Anche il pubblico potrà scendere in campo manifestando la propria generosità ed acquistare così un biglietto a prezzo ridotto da lasciare in donazione per il prossimo. Un modo per sostenere l’arte teatrale e renderla fruibile a tutti con un piccolo gesto solidale, che accompagna il trionfo del genio napoletano riconosciuto in tutto il mondo, proprio come la sua comicità che è al centro del testo che Di Stasio porta in scena insieme a Roberta Sanzò e con Alida Tarallo, Carlo Badolato, con la partecipazione della piccola Martina Paruccini, al pianoforte Sergio Colicchio e alle percussioni Massimo Bonforti. Uno spettacolo di varietà degno della gloriosa e nobile arte fatta di macchiette, sketch, canzoni e letture storiche.

Teatro delle Muse
Via Forlì, 43, 00161 Roma
Informazioni: 06 44233649
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma