Miss Italia compie 80 anni: un calendario celebra le reginette

Sabato 22 Dicembre 2018 di Roberta Marchetti

Una gran bella signora di ottant’anni, animatrice di battaglie, testimone di cambiamenti, custode di segreti. Non solo un concorso di bellezza Miss Italia, ma un fenomeno di costume e lente d’ingrandimento sull’universo femminile che nel tempo, oltre ad aver lanciato tante nuove stelle nel mondo dello spettacolo, ha sensibilizzato l’opinione pubblica su temi importanti come la violenza di genere e la disabilità. Ottanta candeline da spegnere durante tutto il 2019 con un calendario realizzato dal fotografo Gianmarco Chieregato e presentato ieri a Monteverde, nella sede di Pharma Experience, da Patrizia Mirigliani insieme a Miss Italia Carlotta Maggiorana, Fiorenza D’Antonio e Chiara Bordi, seconda e terza classificate alle finali di Jesolo e protagoniste con lei degli scatti. Le tre ragazze, con la loro storia così diversa, sono le testimonial del mondo rosa dove la famiglia, il mondo della comunicazione virtuale e la voglia di rinascere, nonostante i problemi della vita, sono le espressioni salienti. Il calendario si immerge negli Anni 80: immagini scelte tra milioni di ragazze che hanno partecipato al concorso, da isabella Verney a Carlotta Maggiorana.
 

 

Tanti gli amici del concorso presenti tra cui Massimo Di Cataldo e le ex reginette Claudia Trieste, Miss Italia 1997, Gloria Bellicchi, vincitrice della kermesse nel ‘98 e la romana Tania Zamparo, che trionfò nel 2000. Per loro le corone che indossarono la sera della vittoria e i complimenti di tutti. Commossa da tanto affetto la patron Patrizia Mirigliani: «Miss Italia per me è una missione - spiega - Un grande piacere ma anche un grande onere. Parlare di bellezza italiana da anni, senza scandali, con eleganza e sobrietà, non è facile. Io sono orgogliosa di portare avanti questa filosofia di vita che mi ha lasciato mio padre. Adesso entriamo negli ottant’anni, per cui direi che abbiamo fatto bene». Un bel pomeriggio per festeggiare l’importante traguardo. Il racconto di un Paese intero iniziato nel 1939 con Enzo Mirigliani, scomparso nel 2011, per poi passare il testimone alla figlia Patrizia, che ha proseguito con la stessa voglia di rinnovamento, aprendo negli ultimi anni alle curvy e alla disabilità, per un concorso che oggi parla davvero a tutte le donne. E la Miss in carica lo sa bene: «Sono sposata e rappresento uno dei cambiamenti del concorso». Una società trasformata nel profondo, in cui le aspirazioni e i desideri delle miss restano immutati. Questo raccontano le immagini del calendario che apre le celebrazioni di questo prestigioso anniversario, raccontando la bellezza, il coraggio, la libertà e la forza delle donne. Oggi come ieri. 

Ultimo aggiornamento: 11:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’incubo di vivere per 34 ore sulla barella al pronto soccorso

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma