ROMA

Prima all'Adriano, red carpet da Oscar

Mercoledì 6 Giugno 2018 di Alessandro Di Liegro

“Malati di sesso” è una pellicola in uscita domani, 7 giugno, che mette a nudo i più intimi anfratti della psiche umana, in chiave ironica e grottesca. L’immancabile lieto fine che ha fatto scattare l’applauso della sala 10 del Cinema Adriano a piazza Cavour, dove si è tenuta l’anteprima alla presenza del regista Claudio Cicconetti, del produttore Roberto Capua e, soprattutto, dei protagonisti Francesco Apolloni - che ha firmato anche la sceneggiatura - e Gaia Bermani Amaral che insieme a Fabio Troiano ed Elettra completano il quartetto dei personaggi principali della pellicola, basata sul romanzo di Marina Marchetti.
 

 

Il red carpet della prémiére romana de “Malati di sesso” ha visto sfilare alcuni grandi nomi del cinema, tra cui il premio Oscar Francesca Lo Schiavo, i produttori Luigi De Laurentiis - insieme alla sorella Valentina - e Pietro Valsecchi, l’attore Andrea Giordana, il comico Paolo Ruffini insieme a Diana Del Bufalo e le giovani starlette Anna Ferraioli Ravel, Francesca Valtorta, Nathalie Rapti Gomez, Katia Miranova, Virginie Marsan, Desirée Noferini e Mirka Viola. La conduttrice e attrice Carolina Rey, con Roberto Cipullo, ha sfilato dolcemente, accarezzandosi il dolce fagotto in grembo. I due protagonisti, insieme al regista e al produttore hanno fatto una breve presentazione, salutando gli ospiti, tra cui vi erano: l’imprenditore ed editore Francesco Gaetano Caltagirone, la giovane principessa Ginevra Odescalchi, Marisela Federici, Giulio e Assia Grazioli e gli sportivi Gianni Rivera e Novella Calligaris insieme al maestro d’armi Renzo Musumeci Greco. Al termine della proiezione gli ospiti si sono recati a palazzo Dama per un party esclusivo, accanto a una delle location più intriganti del film, tra finger food e champagne a fiumi, per un cocktail party a sorpresa. 

Ultimo aggiornamento: 13:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani