Attrici e modelle, con lo chef la sfilata di gusto

Sabato 8 Settembre 2018 di Lucilla Quaglia

Scorcio d’estate ad Anzio all’insegna del made in Italy, delle belle donne e del divertente e trendy carving fruit. L’angelica Angela Tuccia, modella e attrice, è affascinata dall’incredibile ed estrosa arte di Andrea Lopopolo, maestro chef della frutta. Angurie intagliate con i nomi dei presenti e a forma di spiga, meloni trasformati in rose e custoditi in scrigni di legno, pesche come sagome di colombe e ancora ananas, papaya, mango, pitaya rossa e calici di fragole circondati da perle.

 

 

Tutto lavorato con estrema cura per la gioia dell’occhio e presentato agli ospiti sulle note dell’Halleluja di Alexandra Burke. Un curioso show di frutta fashion, ouverture del momento culturale dedicato alla premiazione e al risvolto charity. Perché la tappa balneare dell’ottava edizione della kermesse “Attraverso le pieghe del tempo”, ideata dall'Associazione culturale Occhio dell'Arte, sostiene da anni la Cooperativa Sociale La Coccinella che si dedica ai minori di zona in grave disagio sociale. Ed è Lopopolo a ritirare il premio speciale made in Italy- eccellenze italiane. All’altissima Tuccia, circondata da bionde modelle in outfit dorati, va il premio speciale cinema, consegnato dallo stilista Carlo Alberto Terranova. E un’altra donna da ammirare, la cantante internazionale Valentina Ducros, è l’ospite d’onore di questo happening a due passi dal mare. “La nostra è una rassegna itinerante di incontri tra sociale, cultura e spettacolo”, spiega l’ideatrice Lisa Bernardini, presidente dell'Occhio dell'Arte, mentre mostra il titolo dell’evento scolpito su una grande anguria, trasformata in originale lampada per l’occasione. L'appuntamento, presentato da Anthony Peth, incuriosisce tutti. E tra coreografiche composizioni di frutta e vegetali si divertono a posare per delle foto l'imprenditore Mauro Boccuccia, deus ex machina dell’evento, e il compositore Franco Micalizzi. Marco Tullio Barboni scherza con Giovanni Brusatori, direttore di doppiaggio e regista, con Roberto Blasi, da Pechino Espress e con il professor Sergio Bartalucci, dell’Infn Frascati. Ecco il pianista Jacopo Carlini. E ancora premio della critica a Luciano Tocci e premio speciale giovani all'artista Silvia Capoccia. Ad Ester Campese va quello alla creatività. Premio fotogiornalismo d'autore a Massimo Sestini, premio cultura a Gianfranco Bellissimo e premio speciale musica a Sara Galimberti, che si esibisce con tre pezzi e fa un selfie con la Bernardini. "La nostra kermesse - aggiunge quest’ultima, in paillettes - è in continua evoluzione e sempre più contaminata. Insomma uno specchio multi riflettente, attraverso le pieghe del tempo". E il brindisi, fino a tardi, è ovviamente alla creatività del Belpaese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lo squillo di Vasco

di Marco Molendini