Premio Costa Smeralda, trionfano romanzi e saggi dedicati al mare

Giovedì 2 Maggio 2019 di Italo Carmignani
Beatrice Luzzi, direttore artistico del Premio Costa Smeralda
PORTO CERVO - Da luogo dell’ignoto e fucina delle prime paure umane il mare è diventato nei secoli anche fonte inesauribile di storie. Romanzi e saggi che guardano al mare e al quale continuano ad ispirarsi per raccontare il presente. Da qui muove il Premio Costa Smeralda, promosso dal Consorzio Costa Smeralda che è stato assegnato sabato 27 aprile a Porto Cervo. A vincere la seconda edizione sono Ian McGuire con Le acque del Nord (Einaudi) per la narrativa, Mimmo Nunnari con Destino Mediterraneo (Rubbettino) per la saggistica e per la categoria Innovazione Blu Seabin – by LifeGate PlasticLess, il progetto del cestino dei rifiuti per il mare capace di raccogliere anche le microplastiche.

Ospiti speciali della cerimonia sono stati il divulgatore scientifico e volto noto televisivo Piero Angela e Maxwell Kennedy, avvocato, ambientalista e nono figlio di Robert che presenterà per la prima volta in Europa il suo libro Sea Change. Una menzione speciale è riservata a Ida Castiglioni, velista e prima italiana a compiere la traversata dell’Atlantico in solitaria. La direzione artistica è di Beatrice Luzzi e la giuria dell’edizione 2019 è stata composta da Alberto Luca Recchi, Simone Perotti, Roberto Cotroneo e Francesca Santoro. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma