#senzafestival, in cento aderiscono alla giornata di mobilitazione del 28: «Aiutateci a restare in vita»

Venerdì 26 Febbraio 2021
#senzafestival, in cento aderiscono alla giornata di mobilitazione del 28: «Aiutateci a restare in vita»

Niente musica, niente incontri, niente spettacoli: a un anno dallo stop del settore dei live, iniziato il 23 febbraio 2020, i festival e i contest indipendenti tornano a segnalare la loro presenza tutti insieme - domenica 28 febbraio alle 18 sulla pagina Facebook della Rete dei Festival - dopo il successo del Festival Day del 30 aprile dello scorso anno, con la partecipazione di oltre cento festival. #senzafestival è l'evento a cura del circuito della Rete dei Festival con It Folk, Musica Jazz, Circuito Ska e tante altre reti, che «vuole tornare a porre l'attenzione sull'assoluta incertezza e instabilità in cui versano attualmente queste realtà e sul loro futuro, che rischia di essere sempre più nero».

«I festival musicali indipendenti e i contest per emergenti, così come i premi dedicati alla musica - sottolinea una nota - sono fondamentali per la crescita di tutti gli artisti, di un nuovo pubblico e del mondo della musica e sono elementi imprescindibili per la diffusione culturale, sostenendo processi di importantissima coesione sociale. Sono eventi che giocano un ruolo di primo ordine nel settore della cultura, dell'economia, del turismo, dell'aggregazione sociale e giovanile di un territorio. Contribuiscono attivamente alla promozione dell'arte attraverso la proposta di musica originale ed inedita, suonata dal vivo e sono presenti in ogni angolo d'Italia». Nell'incontro zoom di domenica 28 sarà anche lanciato un «appello al Mibac, alla Siae, al Nuovo Imaie e altri soggetti per piccoli finanziamenti straordinari per tenere in vita questa realtà che stanno scomparendo all'80% con una una gravissima perdita culturale». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA