«Lo chiedo anche a te!»: 60 ritratti di Giovanni Gastel per la ricerca oncologica della Fondazione Ieo-Ccm

Mercoledì 5 Dicembre 2018
Stefania Rocca
Sessanta personaggi provenienti da mondi diversi tra loro - moda, cinema, tv, teatro, arte, design, food, sport - hanno posato davanti all'obiettivo di Giovanni Gastel per invitare a sostenere la ricerca in ambito oncologico e cardiovascolare della Fondazione Ieo-Ccm (Istituto europeo di oncologia e Centro cardiologico Monzino). «Lo chiedo anche a te!», la prima campagna di comunicazione della Fondazione Ieo/Ccm, che sarà visibile su schermi digitali a Roma, Torino e Bologna, sui muri e sulle pensiline BikeMi a Milano. Si potrà donare attraverso il sito www.lochiedoancheate.it, su cui i cittadini potranno condividere anche i loro volti.

L'anno scorso la Fondazione Ieo-Ccm ha finanziato 54 borse di studio e 36 progetti di ricerca. Il progetto, ideato dall'art director Luca Stoppini, vede la presenza anche dei visi di operatori ospedalieri e figure istituzionali dello Ieo e del Centro Cardiologico Monzino. Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente della Fondazione Ieo-Ccm: «Sono felice e orgogliosa di poter dare il via alla prima campagna di comunicazione della Fondazione Ieo-Ccm. Spero che
«Lo chiedo anche a te!» riesca a sensibilizzare un sempre maggior numero di persone sull'importanza della prevenzione e della ricerca scientifica». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il senso del Papa al Messaggero

Colloquio di Virman Cusenza e Alvaro Moretti