“Adam” di Rhys Ernst vince il Lovers Film Festival di Torino

Domenica 25 Ottobre 2020
Una scena di

È Adam di Rhys Ernst il vincitore, a Torino, del Lovers Film Festival. La 35ma edizione della kermesse segna anche il grande successo di Alice Júnior di Gil Baroni, che conquista il Premio Gio Stajano, il Premio Giuria Young Lovers e il Premio Torino Pride, che parla di «scintilla di luminosa e confortante allegria raccomandabile anche per un uso didattico».

La pellicola del regista americano Rhys Ernst si è aggiudicata il Premio Ottavio Mai per il miglior lungometraggio «per aver portato alla luce con onestà e naturalezza numerose dinamiche e limiti che abitano ognuno e ognuna di noi, ribaltando i contesti e il concetto di norma, presentando un microcosmo in cui la norma diventa minoranza e viceversa per analizzare le conseguenze e far emergere così le presunzioni, le convinzioni e tutti i paradossi della stessa comunità Lgby+». Per il concorso documentari vince Always Amber di Lia Hietala e Hannah Reinikainen, con menzione a Welcome to Chechnya di David France, mentre il film vincitore del concorso cortometraggi e La traction des ples (Magnetic Harvest) di Marine Levéel. Menzione speciale a Sirens di Juli Tudisco. Infine dalla Giuria Young Lovers arriva anche una menzione speciale a El Cazador (Young Hunter) di Marco Berger.

© RIPRODUZIONE RISERVATA