Califano, la musica è finita:
«Sono povero, chiedo il sussidio statale»

Luned├Č 8 Novembre 2010
Franco Califano, cantautore
ROMA (8 novembre) - Malato e senza pi¨ la possibilitÓ di fare serate, Franco Califano, 72 anni, chiede aiuto allo Stato e invoca il sussidio previsto dalla legge Bacchelli. I circa 10 mila euro al semestre che percepisce dalla Siae come diritti d'autore, spiega al Corriere della Sera che oggi pubblica un'intervista in prima pagina, non gli bastano: źVivo in affitto e non sono pi¨ autosufficiente╗. ┬źNon me ne vergogno - dice il Califfo - il 15 luglio di quest'anno sono caduto per le scale e mi sono rotto tre vertebre. Non possiedo nulla, neanche la casa dove abito ├Ę mia. L'incidente ha fatto venir meno la mia unica consistente fonte di reddito, le serate. E mi ha messo in ginocchio┬╗.



Il suo avvocato: depresso, non povero. ┬źFranco Califano non ├Ę attualmente in uno stato di difficolt├á economiche tali da rientrare nella legge Bacchelli. ├ł a casa da tre mesi per via di un incidente ed ├Ę come un leone in gabbia. ├ł solo depresso. Sta facendo riabilitazione e attorno a Natale riprender├á a lavorare. Le sue esternazioni solo quelle di una persona preoccupata per il suo futuro, ma chi non lo ├Ę di questi tempi?┬╗. Ad affermarlo ├Ę il legale del cantante, l'avvocato Marco Mastracci, che interviene con queste precisazioni sulle dichiarazioni rilasciate da Califano al Corriere della Sera. L'avvocato sottolinea anche anche l'agente di Califano, Roberto Gregori, ├Ę sulle sue posizioni: ┬ź├ł inutile che chiamiate Gregori - avverte il legale - perch├ę la pensa come me. Certo se non dovesse pi├╣ cantare potrebbe avere qualche problema. Ma lo scorso anno Califano ha fatto ben 50 serate e pubblicit├á. Ora, non lavorando da tre mesi, ne risente anche economicamente. Ma ├Ę questione di poco e torner├á a guadagnare. Ne sono certo┬╗.



Autore affermato, padre di molti indimenticabili successi - come Minuetto, Tutto il resto ├Ę noia, La musica ├Ę finita - ma anche protagonista di una vita spericolata e piena di eccessi, Califano sostiene di non riuscire a vivere con i diritti d'autore che pure percepisce regolarmente: ┬źNon so bene come funzioni la Siae, so soltanto che prendo circa 10 mila euro a semestre che non aumentano n├Ę diminuiscono mai.- racconta- Non ce la faccio, oltretutto vivo in affitto. E in questo momento non sono pi├╣ autosufficiente con tutto quello che la cosa comporta┬╗. Di qui l'idea di rivolgersi allo Stato chiedendo di ricevere il vitalizio previsto dalla Legge Bacchelli. Lo sostiene il senatore pdl Domenico Gramazio, che conferma: ┬źpresenter├▓ al ministro Bondi la proposta. Perch├Ę ├Ę un poeta che ha scritto alcune delle canzoni pi├╣ belle della storia della musica┬╗.


Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 02:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il senso del Papa al Messaggero

Colloquio di Virman Cusenza e Alvaro Moretti