Pornhub, sordo fa causa: «Mancano i sottotitoli, non capisco i dialoghi». E il sito risponde

Martedì 21 Gennaio 2020
Pornhub, sordo fa causa: «Mancano i sottotitoli, non capisco i dialoghi». E il sito risponde

Pornhub, il sito di porno gratuito più grande al mondo, finisce in tribunale. Yaroslav Suris, un utente disabile, ha infatti citato in giudizio la piattaforma perché i video non sono adatti a essere usufruiti da tutti. Tutto a causa della mancanza di sottotitoli. Secondo quanto riporta il sito TMZ, l'utente sostiene che la piattaforma di video discrimini le persone non udenti. Nell'azione legale, Suris fa riferimento esplicito ad una serie di video identificati con titoli che lasciano pochi dubbi sulla trama e sul contenuto. A quanto pare, l'utente non è riuscito a cogliere totalmente i dialoghi tra i protagonisti delle clip e sostiene che questo gli abbia impedito di fruire pienamente del prodotto.

Pubblica su Facebook i video hard della ex: arrestato per revenge porn


L'assenza di sottotitoli esaustivi, inoltre, costituirebbe una violazione di quanto previsto dal Disabilities Act. Suris, secondo TMZ, cita Pornhub per danni imprecisati e pretende l'implementazione di sottotitoli nei filmati. «A quanto pare, Yaroslav Suris fa causa a Pornhub sostenendo che avremmo ostacolato l'accesso delle persone non udenti ai nostri video. In genere non rilasciamo commenti su cause in corso, ma vorremmo cogliere l'occasione per evidenziare che abbiamo una categoria con sottotitoli», ha detto il vicepresidente di Pornhub, Corey Price, a TMZ.
 

 

Ultimo aggiornamento: 14:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA