CORONAVIRUS

Il virus ferma i voli, attraversa l'Atlantico in barca 45 giorni per vedere il papà 90enne

Venerdì 10 Luglio 2020 di Giampiero Valenza
Il virus ferma i voli, attraversa l'Atlantico in barca 45 giorni per vedere il papà 90enne

L'Argentina chiude ai voli internazionali dal resto del mondo per lottare contro il Coronavirus, ma il 47enne Juan Manuel Ballestero aveva voglia di vedere il padre che stava per compiere 90 anni, fermo in America Latina. Così ha avuto un'idea: partire in barca dall'isola di Porto Santo, nell'arcipelago di Madeira, in Portogallo, e attraversare l'Atlantico. "Non volevo stare come un codardo su un'isola dove non c'erano casi, volevo fare tutto il possibile per tornare a casa. La cosa più importante per me era stare con la famiglia", racconta al New York Times. Nonostante i dubbi degli amici, che gli avevano suggerito di evitare la traversata, e le autorità portoghesi che non gli avrebbero assicurato un ritorno a casa in caso di problemi, lui è andato avanti per la sua strada.

Lombardia, riaprono discoteche e calcetto: Fontana firma l'ordinanza
 


Coronavirus, contagi record in Croazia: Zagabria annuncia misure. Male anche la Bosnia

Juan Manuel, abituato con la sua barca a star per mare per molto tempo (la famiglia ha una lunga tradizione marinara, con il padre che comandava pescherecci), ha caricato il mezzo di tonno in scatola, frutta e riso e, a metà marzo, è partito dal Portogallo. Il 12 aprile le autorità dell'Isola di Capo Verde si sono rifiutate di farlo attraccare per rifornirsi di cibo e carburante.

Coronavirus, stato d'emergenza per tutto il 2020. Pd frena: «Conte spieghi in Parlamento»

La sua unica compagna in quei giorni di navigazione è stata la radio: ogni notte la sintonizzava per capire come il Coronavirus si stesse sviluppando in tutto il mondo.

A 150 miglia da Vitoria, in Brasile, un'onda ha colpito la barca ed è stato costretto a fermarsi lì per un po'. Così il viaggio, programmato in 75 giorni, è diventato di 85.

Il 17 giugno è arrivato a Mar del Plata, a casa. "Entrare nel mio porto, dove mio padre aveva la sua barca a vela, dove mi ha insegnato così tante cose e dove ho imparato a navigare, mi ha dato il gusto di una missione compiuta", ha raccontato. Juan Manuel, appena arrivato in Argentina è stato sottoposto a un tampone per Covid-19. Dopo 72 ore, e la negatività del test, ha potuto toccare terra e riabbracciare il padre.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Durante 72 días, Atlántico.

Un post condiviso da Juan Manuel Ballestero (@skuanavega) in data:

© RIPRODUZIONE RISERVATA