L'odore delle neo mamme “lega” i papà ai bebé: la paternità è anche una questione di “naso”

Lunedì 17 Giugno 2019
 La paternità è anche una questione di 'nasò. Le giovani mamme, infatti, emettono un odore particolare, dovuto agli ormoni, che aiuterebbe i neo padri a legarsi al bambino. Lo indica uno studio dei ricercatori britannici dell'università Newcastle upon Tyne e dell'università di Stirling (Scozia) pubblicato su 'Physiology & Behavior'. Durante i nove mesi, secondo gli scienziati, i cambiamenti psicologici avvengono nella madre ma anche nel padre.

Al centro dell'indagine le variazioni ormonali che potrebbero giocare un ruolo rilevante per quanto riguarda l'accudimento del piccolo, aumentandone così le possibilità di sopravvivenza. Lo studio ha evidenziato così l'importanza dell'odore post partum della mamma. Per arrivare a questo risultato sono stati prelevati campioni di sudore da donne tra i 17 e i 33 anni che avevano partorito. E campioni nelle donne della stessa età che non avevano figli. Gli scienziati hanno testato l'effetto su 91 uomini tra i 19 e i 44 anni, facendo inalare l'odore per circa 10 minuti. Prima e dopo il test, i volontari hanno risposto a questionari e sono stati invitati a guardare foto di volti di uomini, donne e bebè.

Si è osservato così che gli uomini esposti all'odore delle neo mamme passavano più tempo a guardare le foto di bebè. «I nostri risultati danno una prima indicazione positiva all'ipotesi che l'esposizione breve all'odore delle donne che hanno appena partorito è sufficiente per indurre cambiamenti psicologici e comportamentali legati alla cura dei bebè», scrivono gli autori dello studio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma