Vaccino, la mascherina va usata anche dopo le dosi? Ecco le linee guida da seguire in casa e in pubblico

Vaccino, la mascherina va usata anche dopo le dosi? Ecco le linee guida da seguire in casa e in pubblico
di Michela Allegri
4 Minuti di Lettura
Sabato 20 Marzo 2021, 16:04 - Ultimo aggiornamento: 16:16

Avere ricevuto il vaccino contro il Covid non basta per poter tornare a vivere una vita completamente normale. Un esempio: anche dopo l’immunizzazione, non sarà subito possibile togliere la mascherina. Il motivo? Secondo gli esperti c’è il rischio di mettere in pericolo la salute di amici e parenti, perché il vacchino protegge dallo sviluppo della malattia, ma non è provato che eviti totalmente la possibilità di diffondere il contagio. La vaccinazione, inoltre, diventa effettiva solo quando saranno trascorse almeno due settimane dalla seconda dose di Moderna o Pfizer, o almeno due settimane dalla singola dose del vaccino Johnson & Johnson. È scritto nelle indicazioni diffuse dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Abbandonare troppo presto la mascherina, quindi, potrebbe essere un grave errore.

Per chiarire tutti i dubbi, ecco le linee guida diffuse dai Cdc.

Vaccino, dosi a domicilio per fragili e non autosufficienti con il 118: verso l'accordo

Neonata immunizzata in gravidanza: trovati anticorpi nel cordone ombelicale. La mamma era stata vaccinata


Perché dopo essere stato vaccinato non posso togliere la mascherina?

I Cdc statunitense sottolineano che i vaccini servono per proteggere dalla malattia da Covid-19. Ci sono sempre più prove che possano anche aiutare a prevenire la trasmissione, ma non ci sono ancora dati sufficienti per chiarire se le persone vaccinate possano essere portatori - sani - di contagio. Quindi, a meno che anche amici e familiari siano completamente vaccinati, oppure siano soggetti a basso rischio di sviluppare la malattia in modo grave, è necessario continuare a indossare i dispositivi di protezione individuale per evitare di mettere altre persone in pericolo.


Come mi devo comportare dopo essere stato vaccinato?

I Cdc affermano che le persone completamente vaccinate possono visitare altre persone vaccinate, anche in casa, senza indossare mascherine e senza dover rispettare particolari distanze; fare visita a persone non vaccinate provenienti da una singola famiglia senza indossare mascherine, ma solo a patto che queste persone non appartengano a categorie fragili. È invece consigliabile indossare protezioni e mantenere distanze quando si visitano persone non vaccinate che provengono da più famiglie.

 

Dopo il vaccino devo sottopormi a quarantena se sono stato a contatto con una persona positiva?

I vaccinati possono saltare la quarantena e il test se sono stati a contatto con qualcuno che ha il Covid-19, ma è asintomatico. Tuttavia, dovranno comunque monitorare i sintomi per 14 giorni.

Come devo comportarmi in pubblico?

I Cdc consigliano di continuare a rispettare le distanze di sicurezza interpersonali in pubblico, visto che non è possibile sapere se nelle vicinanze ci sia una persona fragile, o a rischio. Resta necessario evitare assembramenti e folle di grandi dimensioni e gli spazi pubblici scarsamente ventilati. Restano le precauzioni base che abbiamo imparato a conoscere: lavarsi spesso le mani, sottoporsi al test per Covid-19 se ci si sente male.

 

Gli esperti sottolineano anche che continuare a indossare la mascherina consentirà alle aziende e alle scuole di aprire in sicurezza. «Se tutti continueranno a indossare i dispositivi di protezione e se la campagna vaccinale proseguirà in fretta, riusciremo a sconfiggere il Covid più velocemente e avere aziende e scuole aperte in sicurezza - spiega la dottoressa Leana Wen, analista medico della Cnn - Vogliamo che le nostre aziende non falliscano, vogliamo che le chiese siano aperte e anche le scuole. Abbiamo bisogno delle mascherine per fare in modo che questo succeda». Sarà necessario continuare a indossare i dispositivi di protezione individuale fino al raggiungimento dell’immunità di gregge, ha aggiunto la dottoressa Wen: «Circa il 70-85% della popolazione deve sviluppare gli anticorpi».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA