Variante Delta, focolaio Torre del Greco: 27 nuovi positivi. Tra questi 7 vaccinati con prima dose

Variante Delta, focolaio Torre del Greco: 27 nuovi positivi. Tra questi 7 vaccinati con prima dose
3 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Giugno 2021, 17:07 - Ultimo aggiornamento: 19:45

Continua l'allarme variante Delta a Torre del Greco, Napoli. Sono 27 in tutto i positivi alla variante Delta a Torre del Greco (Napoli) e sono tutti riconducibili ai 44 casi già registrati nelle scorse settimane. A precisarlo è l'ufficio stampa dell'Asl Napoli 3 Sud, dopo che la direzione sanitaria dell'azienda ospedaliera ha effettuato un nuovo controllo sui dati forniti dai laboratori chiamati ad analizzare i tamponi eseguiti nella città vesuviana. Sulla scorta di questa ulteriore verifica, è stato appurato «che - informa l'Asl - i 27 casi non sono da ritenersi nuovi, ma invece si tratta di quelli attualmente attivi sulla scorta dei soggetti nel frattempo guariti». 

Variante Delta dilaga nel mondo. Inghilterra, Tenerife, Israele: ecco dove si sta diffondendo

 

 

Resta invece il dato secondo cui di questi 27 positivi, uno è attualmente ospedalizzato, due risultano del tutto asintomatici mentre 24 sono paucisintomatici, cioè con piccoli sintomi per ora gestibile dal regime di isolamento domiciliare. In totale a Torre del Greco i cittadini positivi sono invece 83, stando ai dati serali forniti dal Centro operativo comunale, con 15 soggetti ad ora ospedalizzati.​

 

Sileri: «I contagiati aumenteranno»

I numeri della prevalenza della variante delta in Italia «sono aumentati e continueranno aumentare, tenderà a sostituire anche da noi come nel Regno Unito, la variante inglese. Il nostro compito è rallentarne la velocità di diffusione e rafforzare il tracciamento per limitarne i casi, ma a qualche settimana da oggi le percentuali sono destinate a crescere. Nel frattempo il rallentamento deve consentire una più rapida vaccinazione con le seconde dosi affinché questa variante non faccia danni». Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, a 'Timelinè su Sky Tg 24. «Per chi ha la seconda dose - ha aggiunto - gli effetti clinici di questa variante sono limitati. Continuiamo a osservare quello che succede nel Regno Unito, che sta più avanti di noi in questa esperienza, per prendere i provvedimenti necessari».

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA