Vaccino, l'azienda cinese Sinovac: «Nostro farmaco sicuro per i bambini a partire dai 3 anni»

Sinovac afferma che il suo vaccino è sicuro per i bambini a partire dai 3 anni
3 Minuti di Lettura
Martedì 23 Marzo 2021, 14:14 - Ultimo aggiornamento: 14:20

L'azienda farmaceutica cinese, Sinovac, ha affermato che il suo vaccino anti Covid-19 è sicuro nei bambini di età compresa tra 3 e 17 anni, sulla base di dati preliminari già presentati alle autorità di regolamentazione dei farmaci cinesi. Nel frattempo sono più di 70 milioni le iniezioni del vaccino cinese somministrate in tutto il mondo. Sinovac è al momento autorizzato in Cina per la popolazione adulta ma non per quella infantile, data l'incertezza circa la risposta del sistema immunitario dei bambini alla sua somministrazione. Gli ultimi studi clinici di Sinovac, riportati dall'ABC, metterebbero in luce però nuove evidenze sulla sua sicurezza.

Sputnik, D'Amato: «Centinaia di richieste, serve pragmatismo». Vaia (Spallanzani): «Scienza lontana da geopolitica»

Gli studi, che hanno interessato in fase iniziale e intermedia oltre 550 soggetti, hanno mostrato che il vaccino indurrebbe una risposta immunitaria anche nei bambini, secondo quanto dichiarato da Gang Zeng, direttore medico di Sinovac, in una conferenza stampa. Di tutti i soggetti del campione, solo due hanno sviluppato febbre alta in risposta al vaccino, uno di 3 anni e l'altro di 6 anni, mentre il resto dei soggetti dello studio ha manifestato sintomi lievi.

«Dimostrare che il vaccino è sicuro e potrebbe suscitare una risposta immunitaria potenzialmente utile contro SARS-CoV-2 è molto apprezzato», ha detto Eng Eong Ooi, professore presso la Duke NUS Medical School di Singapore che sta co-guidando lo sviluppo di un vaccino contro il covid19. Tuttavia, ha affermato il professore, che i dati presentati pubblicamente dalla società non sembrerebbero sufficienti per fornire una risposta definitiva ai risultati.

AstraZeneca, nuovi dubbi Usa: «Forniti dati obsoleti». Ue: situazione consegne è una vergogna

Anche le altre case farmaceutiche di vaccini hanno nel frattempo intrapreso studi per capirne l'efficacia dei loro farmaci immunizzanti sulla popolazione infantile. Il vaccino Pfizer, autorizzato a partire dall'età di 16 anni, è in fase di studio nella popolazione di età compresa tra i 12 e i 16 anni. Anche Moderna ha annunciato negli scorsi giorni un nuovo studio per testarne l'uso del vaccino nei bambini di età inferiore ai 12 anni. Mentre Sinopharm aveva dichiarato già lo scorso gennaio di aver presentato dati clinici al riguardo alle autorità di regolamentazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA