SPUTNIK

Sputnik, D'Amato: «Centinaia di richieste, serve pragmatismo». Vaia (Spallanzani): «Scienza lontana da geopolitica»

Martedì 23 Marzo 2021
Vaccino Lazio, D'Amato: «Centinaia di richieste per Sputnik, serve pragmatismo»

«Riceviamo centinaia di richieste per il vaccino russo e desideriamo con forza che prevalga il pragmatismo e la scienza. Confermo la volontà di una rapida verifica con il Fondo russo di investimenti diretti, per procedere con la collaborazione». Lo ha affermato l'assessore alla Sanità della Regione Alessio D'Amato, ospite della tavola rotonda online "Evoluzione della pandemia, vaccino russo Sputnik V, sue caratteristiche e prospettive di utilizzo" promosso dal Forum dialogo Italo-Russo. «La tempistica e la velocità sono molto importanti per il contrasto della pandemia», ha rimarcato D'Amato, annunciando che sono stati «vaccinati i due ispettori dell'Aifa che andranno in Russia a visitare i siti di produzione del vaccino Sputnik».

 

Vaccini Lazio, i punti di somministrazione a Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo

«Stiamo per firmare un memorandum d'intesa con il centro Gamaleya di Mosca, che ha sviluppato lo Sputnik V, per uno scambio di materiale biologico e di ricercatori. Sono molto orgoglioso perché questa è una prima in Europa: la scienza è neutra, deve essere lontana da interessi geopolitici. Noi e il Gamaleya abbiamo messo al centro l'esigenza di avere vaccini che funzionino. Abbiamo trovato nei colleghi del Gamaleya una grande disponibilità alla collaborazione e alla trasparenza». Sono invece le parole di  Francesco Vaia, Direttore dello Spallanzani, a seguito della tavola rotonda di italo-russa dedicata allo Sputnik. 

Sputnik, dal mancato sì Ema alle differenze (poche) con Astrazeneca: 10 domande e risposte

© RIPRODUZIONE RISERVATA