Feto di un gemello mai nato rimosso dal cervello di una bambina di un anno: è un caso rarissimo

I neurochirurghi dell'ospedale di Shanghai hanno rimosso un feto “parassita” dal cervello di una bambina di un anno: era il gemello malformato

Feto di un gemello non nato rimosso dal cervello di una bambina di un anno: è un caso rarissimo
3 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Marzo 2023, 18:34

È un caso rarissimo quello davanti al quale si sono ritrovati i medici della Fudan University di Shanghai. Un feto non ancora nato è stato rimosso dal cervello della gemella, una bambina di un anno. La bimba aveva la testa ingrossata e problemi motori: dopo una TC (tomografia computerizzata) i medici - con il caso di studio che poi è stato riportato sulla rivista scientifica Neurology - hanno notato che il cervello della piccola era compresso a causa della presenza di un feto malformato di una gravidanza monocoriale biamniotica (quando ciascun gemello ha il proprio sacco amniotico, ma entrambi condividono la stessa placenta) in una sacca di liquido tra i ventricoli cerebrali.

La rimozione chirurgica del feto

I medici hanno dovuto rimuovere chirurgicamente un "feto-in-feto intraventricolare", cioè un feto che si è sviluppato all'interno del cranio del gemello. Nel corso dei mesi aveva addirittura sviluppato dei mini arti superiori e proiezioni simili alle dita, seppur decisamente sottosviluppate. Avviene quando il gruppo di cellule in divisione formato a partire dall'ovulo fecondato, non riesce a separarsi correttamente. A quel punto è possibile che uno dei primi embrioni rimanga avvolto dall'altro. Lì non riesce a svilupparsi ma resta "vivo" grazie al sangue che arriva dal gemello. «Le parti congiunte dei gemelli - hanno spiegato gli autori - si sviluppano nel proencefalo del feto ospite e avvolgono l'altro embrione durante il ripiegamento della placca neurale».

Cos'è il fetus-in-fetu

Il feto “parassita”, chiamato anche "Fetus in fetu" (feto nel feto), è un'anomalia embrionale che si innesca durante una gravidanza gemellare, nella quale uno dei due gemelli si sviluppa nel corpo dell'altro. Pur essendo vivo, poiché composto da cellule vitali, il feto malformato non può comunque sopravvivere al di fuori del gemello ospite, che fornisce sangue e nutrienti: non possiede infatti né cervello né cuore, pur avendo un'organizzazione abbozzata degli altri organi.

Bimba nasce con una malattia genetica ereditaria (come lo zio morto a 16 anni), la madre denuncia il ginecologo

I casi di feto nel feto sono molto rari, circa un caso ogni 500mila nascite secondo gli esperti. Nella maggior parte dei casi, il feto non ancora nato si trova all'interno del corpo del bambino vivo, ma è molto raro riscontrare la sua presenza nel cervello del gemello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA