Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid, un ceppo mutato in estate starebbe causando la seconda, disastrosa, ondata

Covid, un ceppo mutato in estate starebbe causando la seconda, disastrosa, ondata
di Mauro Evangelisti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Ottobre 2020, 16:49 - Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre, 16:39

Perché in questi giorni il coronavirus si sta diffondendo con questa velocità in Europa? Secondo una ricerca di alcuni studiosi delle Università di Valencia e di Basilea, una nuova variante di Sars-CoV-2 si è sviluppata in Spagna e si è diffusa nel resto del continente, a causa delle vacanze estive che hanno portato molti turisti di altre nazioni europee nella Penisola iberica.

Vaccino Covid, Abhinav (12 anni) è il volontario più piccolo al mondo a sottoporsi al test: «Così aiuto la ricerca»

Lo studio

La variante è stata chiamata dai ricercatori che hanno effettuato lo studio 20A.EU1 ed è partita, secondo la conclusione degli scienziati, nel nord-est della Spagna e si è diffusa tra i lavoratori agricoli estivi delle aree di Huesca e Lleida, non lontano da Saragozza, per poi passare ai turisti che erano in Spagna e diffondersi nel resto d'Europa. A El Pais uno degli autori dello studio, Inaki Comas, ha spiegato che al momento non ci sono evidenze che possano dimostrare che questa variante si diffonda più rapidamente o sia più virulenta. Questa variante è stata trovata nella maggioranza dei casi attuali del Regno Unito, i cui cittadini spesso scelgono  le vacanze in Spagna, ma anche tra gli infetti in Italia.

La frequenza

Scrivono i ricercatori: la variante è stata osservata per la prima volta in Spagna a giugno e da luglio ha una frequenza superiore al 40 per cento. Al di fuori della Spagna, la frequenza di questa variante è passata da valori molto bassi prima del 15 luglio al 40-70% in Svizzera, Irlanda e Regno Unito a settembre. È diffuso anche in Norvegia, Lettonia, Paesi Bassi e Francia. Al momento non è chiaro se questa variante si stia diffondendo a causa di un vantaggio di trasmissione del virus o se l'alta incidenza in Spagna seguita dalla diffusione attraverso i turisti sia sufficiente per spiegare il rapido aumento in più paesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA