BOLLETTINO

Coronavirus, bollettino di oggi: 43 morti e 329 nuovi casi ma 30.000 tamponi in più rispetto a ieri

Mercoledì 17 Giugno 2020
Virus, il bollettino: morti (43) e nuovi casi (329) in crescita. Solo 3.100 ancora ricoverati

Coronavirus, il bollettino di oggi, mercoledì 17 giugno 2020. Sale come spesso accade nei dati di metà settimana il numero di contagi e morti in Italia. Le vittime sono 43 (ieri 34) e i nuovi positivi 329 (ieri 210). Il maggior numero di casi, come sempre in Lombardia (242), ma crescono i dati anche in Piemonte (41). Altissimo il numero di tamponi effettuati (77.701), mentre i ricoverati con sintomi sono "solo" 3.113).

Carminati, obbligo di dimora a Sacrofano. Ieri la scarcerazione per scadenza dei termini

Il dettaglio dei dati. Rallenta la discesa degli attualmente positivi da coronavirus a quota 23.925 (-644, circa la metà rispetto a ieri) mentre risalgono i nuovi positivi (329, +119) di cui il 75% circa in Lombardia (242). È quanto emerge dal bollettino odierno della Protezione civile che registra 43 decessi (+9). Complessivamente i guariti sono 929 (179.455 il totale) dei quali 188 dimessi dai reparti ospedalieri (ne restano in cura 3.113) e 14 dalle terapie intensive su un totale di 163. Lasciano l'isolamento domiciliare 442 pazienti mentre ne restano in quarantena 20.649. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 77.701 tamponi, 30mila in più rispetto a ieri e in cinque regioni, oltre a Bolzano, non sono stati trovati casi positivi: Basilicata, Calabria, Valle D'Aosta, Umbria e Puglia.

Coronavirus, bollettino: 9 nuovi casi a Roma, 1 nel Lazio

Undici regioni senza vittime. Sono 11 le regioni che non hanno fatto registrare vittime nelle ultime 24 ore: Marche, Trentino Alto Adige, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d'Aosta, Calabria, Molise, Basilicata. Nel dettaglio - secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile - gli attualmente positivi sono 14.972 in Lombardia (-261), 2.385 in Piemonte (-65), 1.345 in Emilia-Romagna (-60), 680 in Veneto (-38), 444 in Toscana (-19), 244 in Liguria (+2), 1.039 nel Lazio (-90), 585 nelle Marche (-16), 258 in Campania (-15), 324 in Puglia (-29), 58 nella Provincia autonoma di Trento (-6), 805 in Sicilia (-1), 99 in Friuli Venezia Giulia (+0), 438 in Abruzzo (-30), 87 nella Provincia autonoma di Bolzano (-6), 18 in Umbria (+0), 31 in Sardegna (-2), 8 in Valle d'Aosta (-2), 33 in Calabria (-3), 62 in Molise (-3), 10 in Basilicata (+0). Quanto alle vittime, sono in Lombardia 16.480 (+14), Piemonte 4.026 (+8), Emilia-Romagna 4.215 (+6), Veneto 1.987 (+5), Toscana 1.092 (+1), Liguria 1.532 (+3), Lazio 818 (+4), Marche 994 (+0), Campania 431 (+1), Puglia 536 (+1), Provincia autonoma di Trento 465 (+0), Sicilia 280 (+0), Friuli Venezia Giulia 343 (+0), Abruzzo 457 (+0), Provincia autonoma di Bolzano 292 (+0), Umbria 77 (+0), Sardegna 132 (+0), Valle d'Aosta 144 (+0), Calabria 97 (+0), Molise 23 (+0), Basilicata 27 (+0). I tamponi per il coronavirus sono finora 4.773408, in aumento di 77.701 rispetto a ieri. I casi testati sono finora 2.925.803.

Il coronavirus blocca il ricovero: l'ospedale lo chiama, ma il farmacista è morto da 40 giorni


 

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 06:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA