Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Immuni può aiutare a fermare la seconda ondata: via alla campagna di sensibilizzazione

Immuni può aiutare a fermare la seconda ondata: via alla campagna di sensibilizzazione
2 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Ottobre 2020, 20:28 - Ultimo aggiornamento: 20:30

La app Immuni, completamente gratuita, contribuisce a ridurre drasticamente la diffusione del coronavirus. Con il numero di nuovi contagi in crescita, la applicazione di tracciamento anti-epidemia torna di centrale importanza e il governo lancia una campagna di sensibilizzazione dal titolo «Scarica Immuni» che si svolgerà dal 5 all'11 ottobre.

«In questa fase della pandemia in cui è fondamentale mantenere alti i livelli di prevenzione del contagio, un grande aiuto ci arriva dall'app Immuni che permette di rintracciare e segnalare eventuali contatti con persone positive al Covid-19», ricorda il governo. 
 

Covid Italia, Iss: Rt sopra 1 in 11 regioni, rischio di rapido peggioramento

Il circola in tutto il Paese e si conferma un aumento nei È quanto evidenzia il consueto monitoraggio settimanale del ministero della Salute e nuovi casi segnalati in Italia per la nona settimana consecutiva. L' è sopra 1 in 11 regioni e 2 province autonome. C'è un "concreto rischio di un rapido peggioramento epidemico".


Grazie a Immuni, la persona che viene avvertita da Immuni di un possibile contagio può isolarsi per evitare di contagiare gli altri: così facendo, si aiuta a contenere l'epidemia e a favorire un rapido ritorno alla normalità. Ad oggi sono 6,6 milioni gli utenti che l’hanno scaricata, ma affinché sia ancora più efficace, è necessario che siano molti di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA