Ascolti, crolla la Rai colpita dal calcio

Sabato 14 Luglio 2018 di Marco Castoro
8
La Coppa del Mondo
Che i Mondiali di calcio siano stati un grandissimo successo per Canale 5 e Italia 1 è ormai sotto gli occhi di tutti. Ascolti super, +2% di pubblicità nel semestre di bilancio e un luglio da record nella raccolta di inserzionisti la dicono lunga. Alla Rai si stanno mangiando le mani per l’occasione perduta (per soli 3 milioni di euro si sono fatti scappare i diritti: 68 milioni l’offerta contro i 71 di Mediaset). Se poi si guardano i programmi più visti nel mese di giugno si assiste a un dominio assoluto: nei primi 20 posti ci sono altrettante partite dei mondiali.

Il secondo tempo di Nigeria-Argentina guida la graduatoria con 8 milioni e 536 mila spettatori, davanti al secondo tempo di Brasile-Svizzera (8.395.000) e di Uruguay-Portogallo (8.317.000). Poi Argentina-Croazia, Portogallo-Spagna e via via fino al 21° posto quando c’è la prima trasmissione di Rai 1: indovinate quale? Ancora una partita: il primo tempo dell’amichevole Italia-Olanda con 6 milioni e 237 mila spettatori.

Per trovare invece il primo programma che non sia di calcio bisogna scendere fino al 37° posto, con la finale di Amici (4.872.000), seguito dal Tg1 della sera datato 14 giugno (4,844). Al 42° posto troviamo Ora o mai più. Il Grande Fratello del 4 giugno è al 70° posto, una posizione sotto la prima parte di Pino è (l’omaggio di Raiuno a Pino Daniele).

E nel mese di luglio sarà ancora peggio. Basta vedere le partite della fase finale: i quasi 11 milioni e il 47,3% di share per Croazia-Inghilterra o  i 10 milioni e 200 mila spettatori pari al 46,5% di share per Francia-Belgio. © RIPRODUZIONE RISERVATA