10 settembre 2015 Muore a Roma l'attore Franco Interlenghi

Lunedì 10 Settembre 2018 di Enrico Gregori
Muore a Roma il celebre attore Franco Interlenghi. Iniziò la carriera come attore bambino nel 1946, quindicenne, come co-protagonista, con Rinaldo Smordoni, del film neorealista Sciuscià, di Vittorio De Sica. I due ragazzi, presi letteralmente dalla strada, contribuirono in modo determinante al successo internazionale del film, premiato con l'Oscar al miglior film straniero.[1]Per Interlenghi il film di De Sica fu solo l'inizio di una lunga carriera di attore. Con un volto di giovane bello e una recitazione intensa e pulita, fu interprete di molti film di Michelangelo Antonioni, Federico Fellini e Mauro Bolognini. Recitò in Don Camillo (1952), I vinti (1953), I vitelloni (1953), Giovani mariti (1958). Luchino Visconti lo diresse a teatro in Morte di un commesso viaggiatore.
Interlenghi continuò una carriera dignitosa, ma non più di primo piano. Le sue interpretazioni diventarono sempre più caratterizzate, prestandosi a personaggi di secondo piano, ma dalla resa cinematografica molto efficace.
Nel 1955 sposò l'attrice Antonella Lualdi. Dal loro matrimonio nacquero due figlie: Stella ed Antonella, entrambe attrici. Era inoltre nonno della conduttrice Virginia Sanjust di Teulada.
  Ultimo aggiornamento: 01:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA