I concerti fino al 2 ottobre: dal rap di Fabri Fibra e di Marracash al live di Giusy Ferreri

Fabri Fibra
di Fabrizio Zampa
16 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Settembre 2022, 20:13 - Ultimo aggiornamento: 20:16

I concerti a Roma fino al 2 ottobre

LUNEDI’ 26 SETTEMBRE

Rap/Fabri Fibra live all’Auditorium con il suo Caos Live Festival

Arriva Fabri Fibra, all’anagrafe Fabrizio Tarducci, da Senigallia, annata 1976, fratello del cantautore Nesli, con il suo “Caos Live Festival” che celebra l’uscita del suo ultimo album “Caos”, decimo lavoro in studio a 20 anni dalla pubblicazione del suo primo disco “Turbe giovanili”. Il rapper torna in scena con il suo sound rap e hip-hop.

 

«Cosa porterò sul palco? La risposta è semplice, uno show – dice. - Per me un concerto rap è quello dove sul palco ci sono solo due elementi: il DJ e un microfono. Se c’è una cosa che mi piace di questa musica, e lo dico da fan, è andare ai concerti e sentire le canzoni riproposte esattamente come le ho sempre ascoltate su disco. Io voglio dare ai miei fan questa stessa sensazione, la stessa che cerco io quando vado a sentire gli altri artisti. Sul palco voglio che siano le parole e le basi ad avere il maggior spazio e questa formazione mi dà la sensazione di far respirare meglio i testi”.

Parco della Musica, auditorium.com, viale De Coubertin, Cavea, ore 21

MARTEDI’ 27 SETTEMBRE

Jazz/Al Parco del Celio tornano live i Doctor 3

Tornano i Doctor 3, ovvero il pianista Danilo Rea, il contrabbassista Enzo Pietropaoli e il batterista Fabrizio Sferra, che un quarto di secolo fa incisero un album, “The Tales of Doctor 3”, che fu nominato miglior disco italiano del 1998 da “Musica Jazz”, vincendo poi diverse volte il referendum della rivista come miglior gruppo italiano. Il loro repertorio attinge alla canzone d’autore italiana, agli standard più amati del jazz, a successi del rock inglese e americano, più brani originali e libere improvvisazioni.

Jazz & Image, Live @ Colosseo 2022, Parco del Celio, tra viale Parco del Celio e via Celio Vibenna, ore 21

Jazz/All’Elegance Camilla Noci canta il Brasile che ama

Prendendo spunto dal brano di Carlos Lyra, nasce un progetto musicale  che riarrangia bossanova, frevo, samba e choro con forti contaminazioni jazz: è “Influencia do Jazz”, album che la cantautrice romana Camilla Noci, innamorata della musica d'autore e di quella brasiliana in tutte le sue sfumature (tanto che si è laureata in etnomusicologia con una tesi su Antonio Carlos Jobim), presenta stasera all’Elegance. La cantautrice romana, in trio con il chitarrista Gianluca Figliola e il pianista Dario Troisi, propone un viaggio intitiolato “Influencia do Jazz” nei brani di Jobim, Baden Powell, Rosa Passos, Carlos Lyra, Marcus Valle, Ary Barroso, Dorival Caymmi, Djavan, Ivan Lins, Chico Barque de Hollanda, Caetano Veloso.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, via Francesco Carletti 5, 06-57284458, ore 21,30

Blues/Andy’s Corner al Charity Cafè

Come ogni martedì torna Andrea Angelini, in arte Andy’s Corner, che presenta il suo progetto solista acustico per voce, chitarra e armonica: un viaggio nella migliore musica anglo-americana (blues, rock, country…) in particolare degli anni ‘60 e ’70, ma non solo.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

MERCOLEDI’ 28 SETTEMBRE                               

Musica/All’Elegance Romina Rivano con “Noches de boleros y jazz”

Il progetto “Noche de boleros y jazz” nasce come duo a Tenerife, nelle Canarie, dall’incontro di due musicisti con profonda devozione per la musica cubana e latina, la vocalist Romina Rivano e il chitarrista Daniele Corvasce. «La nostra idea – dicono - è di portarvi a conoscere la profondità dei testi e delle melodie della musica latino-americana, attraverso un viaggio che comprende diversi generi, tra cui il jazz,il choro, il samba brasiliano e il folk andino. Faremo un passo indietro per farvi conoscere le romantiche storie dell’epoca». E vi aspettano stasera, in trio con il trombettista Romàn Villanueva.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

Jazz/A Jazz & Image il trio dei Butterfly

il trio Butterfly, formato dal chitarrista Bruno Marinucci, da Pierpaolo Ranieri al contrabbasso e da Marco Rovinelli alla batteria, musicisti di diversa provenienza incontrati artisticamente a Roma, dove attualmente risiedono, è l'evoluzione di un precedente progetto, il Bruno Marinucci Trio, attraverso cui i musicisti hanno cominciato a confrontarsi con un repertorio di brani originali. Ranieri adesso è anche ai live electronics e i brani della band riflettono le tre anime dei musicisti caratterizzate da una curiosità verso forme linguistiche sempre nuove, che soprattutto rifuggano etichette stilistiche, Fra un concerto e l’altro il trio sta lavorando dal 2021 al materiale del suo nuovo disco.

Jazz & Image, Live @ Colosseo 2022, Parco del Celio, tra viale Parco del Celio e via Celio Vibenna, ore 21

Blues/Al Charity Blues Jam & Friend

Nuovo appuntamento con la rassegna Blues Jam & Friend, stasera coordinata dal vocalist e chitarrista Luca Tozzi, sul palco con Luca Pisanu al basso e Mimmo Antonini alla batteria, Come sempre, tutti i BluesMan e le BluesWoman sono invitati a salire sul palco.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

GIOVEDI’ 29 SETTEMBRE

Jazz/Al Parco del Celio il Luca Pirozzi Electric Quartet

Il contrabbassista Luca Pirozzi, con il chitarrista Christian Mascetta, il pianista Alessandro Gwis e il batterista Valerio Vantaggio, propone un repertorio di composizioni originali non riconducibili a un genere definito ma che hanno come punto focale un elemento imprescindibile del dna musicale dell’autore: la melodia. La profonda intesa tra i musicisti e l’uso discreto e personale dell’elettronica unito a brani completamente improvvisati sono solo alcuni dei punti di forza di un concerto di grande impatto emotivo.

Jazz & Image, Live @ Colosseo 2022, Parco del Celio, tra viale Parco del Celio e via Celio Vibenna, dalle ore 21

Jazz/All’Elegance un tributo a "West Side Story" e a George Gershwin

Un omaggio a George Gershwin della vocalist Mimma Pisto, del pianista e tastierista Riccardo Fassi, del contrabbassista Steve Cantarano e del batterista Pietro Iodice: i quattro rileggono in modo personale le più belle canzoni di Gershwin dell’opera “Porgy and Bess”, come “Summertime Bess”, “You Is My Woman”, “Now Gone My Man’s Gone Now”, “Ain’T Necessarily So”, “I Love You Porgy”, e altri brani del compositore americano, il tutto con gli arrangiamenti di Fassi.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

Jazz/Al Charity jam session dedicata a John Coltrane

Vi aspetta una jam session dedicata al rivoluzionario sassofonista John Coltrane, scomparso nel 1967: gli rendono omaggio Paolo Recchia al sax alto, il pianista Andrea Rea, il contrabbassista Giulio Scianatico e il batterista Francesco Merenda. Tutti i musicisti presenti sono invitati a salire sul palco del club.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

VENERDI’ 30 SETTEMBRE

Musica/A tutto Brasile al Celio con Guinga, Gioia e Two Girl from Ipanema

Arriva Guinga, cioè Carlos Althier de Souza Lemos Escobar, chitarrista e compositore brasiliano nato nel 1950 a Madureira, un sobborgo operaio di Rio de Janeiro: da bambino è stato soprannominato "Gringo" a causa della sua pelle pallida, e il nome artistico "Guinga" deriva dal modo in cui pronunciava la parola. Con lui c’è la vocalist italiana Gioia, più giovane di mezzo secolo, per un set pieno di ritmo e di energia.

Poi tocca a Two Girls from Ipanema, ovvero due ragazze di Ipanema, storica zona di Rio de Janeiro alla quale si sono ispirate per il nome del loro duo la vocalist e chitarrista Gio’ Marinuzzi e la vocalist e sassofonista Cristiana Polegri, che propongono musica brasiliana e hanno scelto di recuperare quel Brasile musicale che va in parte scomparendo a causa della prepotente invadenza della musica pop internazionale, ma che i cultori più raffinati continuano a coltivare e amare. Offrono brani ormai quasi dimenticati o entrati nel repertorio più noto a livello internazionale, come quelli composti nei gloriosi anni ’60, epoca d'oro della bossanova. Le due spaziano dal samba al samba cançao, dalla marcha allo chorinho, con canzoni di autori quali Jobim, Azevedo, De Moraes, Chico Buarque, Djavan, Caetano Veloso e altri e con qualche incursione nella musica americana, e riescono a instaurare un rapporto molto vivo col pubblico traducendo i testi e raccontando aneddoti.

Jazz & Image, Live @ Colosseo 2022, Parco del Celio, tra viale Parco del Celio e via Celio Vibenna, stasera e domani, dalle ore 21

Jazz/Top Sax Night all’Elegance con Venanzio Venditti

Il sassofonista Venanzio Venditti, che nella sua lunga attività ha dato concerti in Italia, Europa, Nord Africa e Stati Uniti, in quartetto con il pianista Roberto Tarenzi, il contrabbassista Francesco Puglisi e il batterista Marco Valeri, propone un omaggio ai grandi sassofonisti dell’era bebop in un viaggio coinvolgente e appassionato, tra creativa ricerca e conoscenza armonica ritmica e melodica.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

Disco/Al Cotton Club si balla con gli Apple Sing & Apple Play

Si balla con i successi dance degli anni vecchi e recenti, da “We are Family” delle Sister Sledge a “Le Freak” degli Chic o agli hit di Barry White e Justin Timberlake:  tornano gli Apple Sing & Apple Play, ovvero le voci di Giada Manti, Alessandro Rossi e Tiziana Salzano, il vocalist e chitarrista Daniele De Salvo, Luigi Uccioli alle tastiere, Mimmo Imperiale al contrabbasso e Angelo Capuzzimato alla batteria.

Cotton Club, via Bellinzona 2, www.cottonclubroma.it 349-0709468, ore 22

Jazz/Al Charity il sax di Paolo Recchia

Il sassofonista Paolo Recchia, il pianista Andrea Rea, il contrabbassista Alessandro Bintzios e il batterista Francesco Merenda propongono brani originali e particolari arrangiamenti di standard della tradizione jazzistica. Il risultato è un sound originale, fresco, frutto della forte intesa musicale che lega i quattro musicisti.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

SABATO 1 OTTOBRE

Rap/Marracash in concerto al Palasport con la sua band

Il rapper Marracash, pseudonimo di Fabio Bartolo Rizzo, nato a Nicosia (Enna) il 22 maggio 1979 e famoso come King del Rap, sbarca a Roma con il suo “Persone Tour” nel quale propone una scaletta di una trenina di titoli, fra i suoi hit e i brani dell’ultimo disco “Noi. Loro. Gli altri”, 200 mila copie vendute e tanto per gradire una targa Tenco per il miglior album (nel 2014 l’aveva presa l’unico altro rapper, Caparezza). «Scrivere canzoni è la mia terapia contro i fallimenti», spiega Marra, e aggiunge che «per prepararmi a questo tour ho anche smesso di fumare», che il suo è uno show inedito e curato nei minimi dettagli, una produzione maestosa che lo vedrà insieme alla band con i brani dei suoi ultimi album, come “Persona”, il disco più venduto del 2020 che ha conquistato fino a oggi ben sei dischi di platino. Spiega che «dal canto mio ho fatto un grande lavoro di riarrangiamento dei brani, mi sono preparato come mai avevo fatto prima, tra serietà e abnegazione» e conclude sostenendo che «abbiamo appena cominciato, e secondo me i brani diventano tridimensionali portati live con una band».

Palasport,piazzale Pier Luigi Nervi 1, ore 21

Musica/Giusy Ferreri all’Auditorium live con “Cortometraggi”

Giusy Ferreri, palermitana, annata 1979, presenta live “Cortometraggi”, il suo ultimo progetto discografico uscito a cinque anni di distanza dal precedente “Girotondo”. «Il titolo – spiega - nasce dai miei live. Durante i concerti amo definire alcuni brani che ho scritto come dei cortometraggi musicali, e questo album racchiude la narrazione di tanti piccoli film che esprimono concetti, situazioni e stati d’animo di vario genere. Ogni cortometraggio è un piccolo viaggio che ogni volta ha sapori e atmosfere differenti, colori, stili, generi e intensità diverse. È bello pensare che ogni individuo viva ogni giorno una sorprendente quotidianità che spesso varia e a volte si ripresenta ciclicamente».  Sarà accompagnata dalla sua band: sono Fabrizio Bicio Leo (chitarre), Fabiano Pagnozzi (pianoforte e synth), Gabriele Cannarozzo (basso e moog), Mattia Boschi (violoncello e chitarra) e Andrea Polidori (batteria). Sul palco Giusy è una che ci sa fare per davvero.

Parco della Musica, auditorium.com, vial e De Coubertin, Cavea, ore 21

Jazz/All’Elegance arriva la Panamericana di Monica Gilardi

La Panamericana è una strada che attraversa le Americhe da nord a sud, proprio come il repertorio della vocalist Monica Gilardi che abbraccia la canzone americana, dal jazz a Broadway, dalle composizioni latino americane a quelle dei Caraibi. I brani eseguiti nel concerto si incontrano e si scambiano ritmi e sonorità per portare l’ascoltatore dalle atmosfere esotiche ai film di Hollywood. Con Monica suona la Panamericana Band, cioè il pianista Francesco Di Gilio, il contrabbassista Andrea Colella e il percussionista Pierluca Buonfrate.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5, ore 21.30

Jazz/Al Parco del Celio dal blues a Marcello Rosa e a Nbt New Project

Una serata con tre appuntamenti, oggi. Alle 19.30 “Abbiamo tutti un blues da piangere”, pièce teatrale tratta dal libro autobiografico del bassista Giovanni Tommaso, riadattata e diretta dalla figlia Vivian Tommaso. E’ una storia in bianco e nero che emoziona: ambientata nel 1959, quando era ancora possibile desiderare di sognare, Giovanni immagina di imbarcarsi a bordo della “Homeric” alla volta di New York, alla ricerca di quel sound che tanto lo affascina, il jazz. Sarà stata quest'avventura oltreoceano, tra New York e i Caraibi, durata sei mesi e vissuta a soli 18 anni, a far diventare Tommaso una sorta di spartiacque?  Come dice Enrico Rava nel docufilm “La Coppa del Jazz”, «il jazz in Italia si divide in prima di Giovanni Tommaso e con Giovanni Tommaso».  A fare da colonna sonora “The Five Gentelman from Lucca” (il Quintetto di Lucca), “Moaning” (The Messengers) e “Abbiamo tutti un blues da piangere” (Perigeo). A seguire, Jazz & Image rende omaggio al trombonista Marcello Rosa, uno dei veterani del jazz italiano, che si presenterà sul palco con il nuovo progetto Nbt, insieme al chitarrista Antonio Tosques, al pianista Greg Burk, a Stefano Nunzi al contrabbasso e Andrea Nunzi alla batteria.

Jazz & Image, Live @ Colosseo 2022, Parco del Celio, tra viale Parco del Celio e via Celio Vibenna, dalle ore 19.30

Blues/Al Charity Mike Green e Marco Bartoccioni

Il progetto vede l’unione di due poliedrici artisti, il chitarrista e vocalist Mike Greene e il polistrumentista Marco Bartoccioni, chitarrista di Teresa De Sio. Americano di Brooklyn, cresciuto ascoltando le stazioni radio nere di Harlem e del Bronx che trasmettevano blues e gospel a profusione, Greene ha suonato con diverse band per poi trasferirsi in Europa. I due musicisti vogliono fondere lre loro esperienze e sfumature nel vero e originario blues, creando un sound unico. I suoni slide di Marco e la voce calda e potente di Mike porteranno la platea direttamente in quel mondo blues originario che tanto immaginiamo. Lo spettacolo sarà essenziale, immediato e diretto, come lo è sempre stato il blues.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

Jazz/La Soulpeanuts Big Band in concerto al Cotton Club

“Salt Peanuts” era il titolo di un famoso brano del trombettista Dizzie Gillespie dei lontani anni Cinquanta, e alle atmosfere di quel pezzo si è ispirata la Soulpeanuts Big Band, nata nel 2015, fortemente voluta dal batterista Michael Coal, producer degli anni ‘80, e dedicata alla musica afroamericana del periodo più significativo, dagli anni ‘70 fino agli ultimi ‘80, nel quale l’America produsse una vera e propria rivoluzione culturale e musicale delle minoranze. Anche il logo della formazione ricorda i barattoli di noccioline (peanuts) dell’epoca.

La formazione si muove fra rhythm & blues, soul, funk e disco music, sfodera un groove e un’energia più che notevoli e il suo obiettivo è far riemergere il sound che mantiene vive le emozioni della musica di band come gli Earth Wind & Fire, Chaka Khan, Stevie Wonder, Anita Baker, Ashford & Simpson, George Benson, Stephanie Mills, La Soulpeanuts Big Band ha due vocalist (Max Pasquarelli e Mimma Pisto), Gianni Savelli  al sax, Sergio Vitale alla tromba, Massimo Pirone al trombone, Alfredo Bochicchio alla chitarra, Danilo Riccardi alle tastiere, Paolo Grillo al contrabbasso, Michael Coal alla batteria e Simone Federicuccio Talone alle percussioni.

Cotton Club, via Bellinzona 2, www.cottonclubroma.it 349-0709468, ore 22

DOMENICA 2  OTTOBRE

Musica/All’Auditorium con Sparagna il Premio Gabriella Ferri

Come ogni anno torna a ottobre la grande festa popolare per celebrare e valorizzare con Ambrogio Sparagna, la sua Orchestra Popolare Italiana e il coro popolare diretto da Anna Rita Colaianni, il grande patrimonio della canzone romana. Nelle edizioni passate l’Ottobrata ha proposto gli autori più autentici della tradizione, con progetti dedicati ai sonetti del Belli, agli strambotti dello Zanazzo, alle Favole di animali di Trilussa e alle poesie romane di Pasolini, e dal 2018 la Fondazione Musica per Roma ha istituito un premio speciale dedicato a Gabriella Ferri per ricordare una delle protagoniste della musica italiana del Novecento, un’artista straordinaria che ha trasmesso l’amore per la sua città a milioni di persone contribuendo a dare alla canzone romana una dimensione internazionale. Oltre a riproporre le sue canzoni ci sarà l’esecuzione di alcune poesie di Gabriella, musicate da Sparagna e interpretate dai Solisti dell’Orchestra Popolare Italiana e dal Coro Popolare. Premio Gabriella Ferri 2022 sarà Violante Placido.

Parco della Musica, auditorium.com, viale De Coubertin, Sala Sinopoli, ore 18

Jazz/Alla Casa live della vocalist Camilla Battaglia

Una formazione classica con voce e piano trio per sperimentare equilibri nel dialogo tra gli strumenti per proporre una serie di composizioni che raccontano di come corpo e pensiero comunicano, combattono, si fondono oppure si nascondono l'uno dall'altro: è live di Camilla Battaglia, annata 1990, milanese, laureata in filosofia, vocalist e compositrice, un progetto nato dopo anni di ricerca e collaborazioni con diversi musicisti della scena internazionale di Berlino e che definisce, grazie al percorso e background di ognuno dei suoi componenti, un laboratorio costante di ricerca del suono e del dialogo nella forma musicale. Già con il trio di Renato Sellani, Camilla ha studiato in mezza Europa, ha collaborato con artisti internazionali eeuropei e americani, da David Binney a Ambrose Akinmusire, Mederic Collignon, Patrice Heral, Kresten Osgood, ha unito musica e elettronica, Mike McCormick, Gianluca Petrella, Stefano Battaglia, Paolo Damiani, ha mescolato jazz e elettronica, ha alle spalle tre album e ci sa fare.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, 06-80241700, viale di Porta Ardeatina 55. Ore 21

Jazz/L’Alexanderplatz Jazz Orchestra chiude il Parco del Celio

Grande chiusura dell’edizione 2022 di Jazz & Image con l’Alexanderplatz Jazz Orchestra, formazione costituita da 23 giovani musicisti di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Il progetto, presentato dall’Associazione Culturale Sound&Image di Eugenio Rubei, è stato selezionato per le sue particolari caratteristiche dal Ministero della Cultura ed è affidato alla prestigiosa direzione del maestro Franco Piana, che ne cura anche le composizioni e gli arrangiamenti.

Collaboratore del progetto è il maestro Paolo Vivaldi, importante autore di colonne sonore. L’orchestra è composta da una sezione di fiati tipicamente jazzistica e da un ensemble di 10 archi. L’originalità del progetto risiede nella fusione tra due organici apparentemente lontani tra loro, ma che possono invece coesistere in un linguaggio jazzistico e di confine che li rende entrambi protagonisti. E l’aspetto più interessante è proprio la confluenza di sonorità classiche all’interno della musica afroamericana in una naturale e sorprendente contaminazione. Arrivederci al 2023.

Jazz & Image, Live @ Colosseo 2022, Parco del Celio, tra viale Parco del Celio e via Celio Vibenna, ore 21

Jazz/Aperitivo blues al Charity Cafè

Andrea Di Giuseppe, voce, chitarra e armonica, e Simone Scifoni, basso, batteria e washboard, propongono un aperitivo blues con brani di Robert Johnson, Son House, Little Walter, Muddy Waters, Mississippi Fred McDowell, Blind Willie Johnson, James Son Thomas Lightin' Hopkins, RL Burniside, John Lee Hooker, Mississippi John Hurt. Nel loro repertorio potrete sentire le calde atmosfere che c'erano nei vecchi Juke Joint.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5, ore 18.30

Rock/Al Cotton Club live dei Newtones

Per gli appuntamenti della serie “Bevo solo Rock’n’Roll” stasera, dopo la lezione di ballo gratuita della scuola Rocking Boogie, concerto di The Newtones, band che fa rivivere le atmosfere e le emozioni della musica degli anni '50. Passando dalle romantiche ballad agli scatenati rock and roll, questo trio vocale è in perfetto stile con il repertorio che offre. Le voci si miscelano con gli strumenti: pianoforte (Clem Bernabei), contrabbasso (Damiano Proietti) e batteria (Luciano Micheli). In scaletta sia pezzi noti che vere e proprie chicche che gli ascoltatori saranno lieti di conoscere, nonchè una serie di brani inediti che sembrano uscire direttamente da un juke box dell'epoca.

Cotton Club, via Bellinzona 2, www.cottonclubroma.it 349-0709468, ore 21

Musica/All’Elegance omaggio a Judy Garland e Doris Day

A 100 anni dalla nascita di Judy Garland e di Doris Day, due icone della musica americana, la vocalist Valeria Rinaldi, in trio con Stefano Nencha alla chitarra e Stefano Nunzi al contrabbasso, interpreta alcuni dei più grandi successi che hanno delineato la carriera delle due artiste, che molti collocano fra le migliori voci del jazz.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5, ore 21.30

© RIPRODUZIONE RISERVATA