Verso le comunali: il toto-nomi per un posto come consigliere

Verso le comunali: il toto-nomi per un posto come consigliere
di Fabio Rossi
4 Minuti di Lettura
Martedì 16 Febbraio 2021, 23:12 - Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio, 00:43

Tante conferme tra i consiglieri uscenti, qualche ritorno, alcuni minisindaci intenzionati a passare dal Municipio al Campidoglio. In attesa di chiarire il quadro sui nomi che saranno in pista per contendere a Virginia Raggi l’ufficio al primo piano di Palazzo Senatorio, nelle forze politiche romane si inizia a pensare alle liste di candidati per i 48 scranni dell’assemblea capitolina.

Sindaco Roma, Pd in pressing su Gualtieri per candidarlo (ma lui resiste)

Fratelli d’Italia dovrebbe presentare in lista tutto l’attuale gruppo - Andrea De Priamo, Lavinia Mennuni, Francesco Figliomeni e Rachele Mussolini - a cui si aggiungeranno alcuni ex consiglieri pronti a tornare in lizza, come Giovanni Quarzo - in tandem con Francesca Barbato - e Sergio Marchi. Nell’elenco del partito di Giorgia Meloni ci saranno anche Nicola Franco (già candidato minisindaco al Municipio VI), il colonnello dei carabinieri Maurizio Esposito, cinque anni fa candidato al I Municipio con la lista Marchini, Gianni Ottaviano, capogruppo nel IV, e Dario Antoniozzi, nipote dell’ex europarlamentare Alfredo. L’area vicina ad Andrea Augello punterà su Stefano Erbaggi e Alessandra Consorti. Nella Lega, invece, si parte dalla ricandidatura di entrambi gli attuali consiglieri: Davide Bordoni, uomo di fiducia del coordinatore regionale Claudio Durigon, e il capogruppo Maurizio Politi. Quindi Flavia Cerquoni, ex coordinatrice romana e attuale capogruppo al Municipio VII, e l’avvocato Deborah Cotogno. Ancora da comporre la squadra di Forza Italia, rimasta senza consiglieri uscenti: in lizza potrebbero esserci Patrizio Di Tursi, capogruppo al II Municipio, e Gianni De Lucia (XII).


Grandi manovre anche nel Pd. «Ogni città deciderà come e quando mettere in campo le candidature - ha detto ieri Nicola Zingaretti, a proposito della possibile candidatura dell’ex ministro Gualtieri a sindaco - Roberto è una persona eccezionale e non ha bisogno dei miei consigli». Tra i dem scenderà in campo Sabrina Alfonsi, presidente del I Municipio, mentre Francesca Del Bello dovrebbe puntare a essere riconfermata come minisindaca del II. Dell’attuale gruppo non si ripresenterà Orlando Corsetti, mentre il capogruppo Giulio Pelonzi non ha ancora sciolto la riserva: potrebbe entrare nel coordinamento del candidato sindaco (per poi puntare a un assessorato) o concorrere per la presidenza del I Municipio. Della lista per l’aula Giulio Cesare, invece, faranno parte Valeria Baglio, Giulio Bugarini, Marco Palumbo, Ilaria Piccolo, Giulia Tempesta, Giovanni Zannola e la capogruppo della lista civica Roma torna Roma, Svetlana Celli. In lizza anche gli ex consiglieri Antonio Stampete ed Erica Battaglia, così come potrebbero esserci Tobia Zevi (che però punta alle primarie per il candidato sindaco), Olimpia Troili e Yuri Trombetti.


Della civica collegata al candidato sindaco del centrosinistra ci sarà Andrea Catarci, ex minisindaco della Garbatella, mentre Amedeo Ciaccheri punterà al secondo mandato da presidente del Municipio VIII. Ancora indeciso Alessandro Onorato, capogruppo della lista Marchini. Nel M5S, che dovrà passare per il vaglio degli iscritti, sono pronti a ricandidarsi l’assessore alle attività produttive Andrea Coia e l’ex capogruppo Paolo Ferrara, mentre deve ancora sciogliere le riserve Enrico Stefàno, del gruppo dei “ribelli”. Monica Lozzi, minisindaca del VII che ha lasciato i pentastellati, sarà invece alla testa della lista “Revoluzione civica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA