COVID

Vaccino antifluenzale, nel Lazio farmacie senza ancora scorte

Lunedì 14 Dicembre 2020 di Flaminia Savelli
Vaccino antifluenzale, nel Lazio farmacie senza ancora scorte

Non c'è, ancora, traccia dell'ultima scorta di vaccino antinfluenzale destinata alle farmacie del Lazio. Le 13mila dosi di Sanofi Vaxigrip, attese per lo scorso 27 novembre, non sarebbero infatti state consegnate. dice Roberto Pennacchio, vicepresidente Federfarma: . Eppure la Regione Lazio aveva avviato una massiccia campagna vaccinale allargando anche alle farmacie la possibilità di vendere le fiale. Un passaggio determinante per non intasare il sistema sanitario con i "falsi positivi". Cioè pazienti influenzati e non contagiati.

<div class="flourish-embed flourish-bar-chart-race" data-src="visualisation/2178601" data-url="https://flo.uri.sh/visualisation/2178601/embed" aria-label=""><script src="https://public.flourish.studio/resources/embed.js"></script></div>

 

 

Per questo dalla Pisana era arrivato pue l’ordine di raddoppiare le scorte e dare la precedenza agli over 65 e ai bambini, “le fasce deboli”. Con un programma ben studiato e messo a punto. Ma dopo la prima scorta - di 400 mila dosi, pari al 40% dell’intera fornitura - consegnata e distribuita ai 3.344 medici di base durante la prima settimana di ottobre, i ritardi si sono sommati. Una situazione che, come aveva ammesso la stessa Regione Lazio in una nota: «Sta causando un notevole rallentamento della campagna di vaccinazione e disorientamento degli utenti». E dopo la pioggia di segnalazioni, sempre dalla Pisana era arrivata la diffida: «La Sanofi - si legge- è stata diffidata da parte della Centrale acquisti regionale a consegnare tutto ciò che è stato contrattualizzato e ora è stata attivata anche l’avvocatura regionale». All’appello però manca ancora l’ultima scorta, prenotata dalle farmacie.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA