Roma: pranza, non paga il conto e scappa. Inseguito e arrestato

Roma: pranza, non paga il conto e scappa. Inseguito e arrestato
1 Minuto di Lettura
Domenica 27 Gennaio 2019, 11:11

Rifiuta di pagare la consumazione e litiga con i dipendenti di un esercizio commerciale alla stazione Tiburtina: arrestato. La pattuglia Polfer,  in servizio di controllo con il personale militare del Raggruppamento Lazio Abruzzo della Brigata "Sassari", è subito intervenuta quando ha sentito le urla di un iracheno che inveiva verso i dipendenti del bar: non ne voleva sapere di  pagare il conto dopo aver mangiato.

L’uomo, alla vista degli agenti, ha tentato di scappare, è stata rincorso e bloccato, ma ha cercato di sottrarsi al controllo. Il trentenne è stato  accompagnato negli uffici di polizia e lì si è scoperto  che su lui pendeva un provvedimento di custodia cautelare in carcere, è stato tratto in arresto e condotto nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Per non aver pagato il contro è stato denunciato per insolvenza fraudolenta e resistenza a pubblico ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA