ROMA

Roma, in fuga dal posto di blocco entrano al campo nomadi: sassaiola contro i carabinieri

Martedì 17 Settembre 2019
14
Roma, in fuga dal posto di blocco entrano al campo nomadi: sassaiola contro i carabinieri
Panico sul raccordo anulare. Due uomini, 25 e 26 anni, di origine bosniaca, sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, supportati dai colleghi della Stazione Roma San Paolo, dopo un inseguimento durato 11 chilometri. I due, a bordo di una Skoda Fabia, non si erano fermati al posto di blocco in Via Giustiniano Imperatore e si erano lanciati a grande velocità verso il campo nomadi di via Luigi Candoni, imboccando il Grande Raccordo Anulare. Manovre spericolate e pericolose durante la fuga e il tamponamento di un mini-suv, guidato da una 59enne romana, rimasta illesa. 

Migranti, continuano gli sbarchi: altri 10 tunisini arrivati nella notte. Hotspot oltre la capienza

Arrivati all'uscita "Parco de Medici", l'auto è riuscita a entrare all'interno del campo rom: i due sono fuggiti a piedi facendo perdere proprie tracce. E quando le pattuglie sono arrivate all'ingresso sono state oggetto del lancio di sassi da parte di una 22enne. Fortunatamente i militari sono riusciti a evitare i sassi.

Roma, colpo allo spaccio di droga : tra gli arrestati anche il pusher di Ponte Milvio legato a Piscitelli

Alla fine i militari sono riusciti a bloccare i due nomadi in un'area fitta di vegetazione vicino al campo. L'auto, sprovvista di assicurazione, è stata sequestrata. Gli arrestati sono stati accompagnati in caserma dove saranno trattenuti in attesa del rito direttissimo. Per la donna che ha lanciato i sassi, è scattata la denuncia in stato di libertà, per resistenza a pubblico ufficiale. Ultimo aggiornamento: 15:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma