Roma, sicurezza: Pasqua blindata con metal detector e green-zone

Giovedì 18 Aprile 2019 di Camilla Mozzetti
Varchi di accesso con metal detector, una “green-zone” che abbraccerà una vasta area del Centro storico e poi le bonifiche con gli artificieri, le unità operative antiterrorismo e i reparti speciali di polizia e carabinieri impegnati sul campo. Sarà una Pasqua controllatissima quella di Roma così come è stato deciso nel Tavolo tecnico tenutosi ieri pomeriggio in Questura per fare il punto sulle misure da adottare in vista delle imminenti festività. Tutte le operazioni saranno gestite dalla sala “Grandi Eventi” di via di San Vitale e coordinate direttamente dal Questore Carmine Esposito. La macchina si metterà in moto già oggi quando Papa Francesco alle 9.30 presiederà la Santa messa del Crisma alla Basilica di San Pietro per poi recarsi nel carcere di Velletri dove sarà celebrata alle 16.30 la funzione “Coena Domini” con il rito della Lavanda dei piedi. Domani dalle 14 – e fino alle 15 del 22 aprile – scatterà la “green-zone” che renderà blindatissime 51 tra piazze e strade del centro storico garantendo la sicurezza nelle principali celebrazioni del Pontefice, come la “Via Crucis” di domani sera, la Veglia pasquale di sabato sera, la Santa messa di domenica in piazza San Pietro e infine il lunedì dell’Angelo in cui Papa Francesco impartirà la benedizione “Urbi et Orbi”.

IL PERIMETRO
L’area della “green-zone” comprende piazza della Repubblica, via Nazionale, largo Magnanapoli, via IV novembre, via dei Fornari, Foro Traiano, via di S. Alessandrina, largo Corrado Ricci, via del Colosseo, largo Gaetana Agnesi, via Nicola Salvi, piazza del Colosseo, via Celio Vibenna, via di San Gregorio, piazza di Porta Capena, via del Circo Massimo, via della Greca. E poi ancora tutta la parte che da Bocca della Verità arriva al Vaticano passando per i lungotevere (Pier Leoni, Cenci, dei Vallati, Tebaldi e dei Sangallo) per ricongiungersi poi a piazza della Repubblica, tramite via del Muro Torto, via Veneto, via Bissolati, piazza San Bernardo e via Vittorio Emanuele Orlando. Nell’intero perimetro sono state interdette le manifestazioni pubbliche, il trasporto di merci classificate come pericolose (dai combustibili ai gas infiammabili) nonché l’accesso e il transito per i veicoli che trasportano altre tipologie di merci di qualsiasi categoria anche di massa inferiore a 3,5 tonnellate. Per la “Via Crucis” e la Messa di Pasqua la Questura ha istituito una doppia area di sicurezza. Domani sera intorno al Colosseo e lungo l’intero perimento della “Via Crucis” ci saranno nove varchi di accesso: 4 di prefiltraggio e 5 di filtraggio controllati con i metal detector mentre è stata predisposta una vasta area pedonale con le seguenti deviazioni al traffico. Sorvegliati, infine, anche gli scali ferroviari, i caselli autostradali, gli aeroporti e i porti. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma